Nuovo incidente di una vettura Tesla in USA con pilota automatico attivo. Questa volta il sinistro si è verificato sull’Interstate 10 vicino a Benson in Arizona. A quanto pare, il conducente della vettura che presumibilmente stava utilizzando il sistema di guida semi autonoma di Tesla, Autopilot, è finito addosso ad un’ambulanza e ad un’auto della polizia che in quel momento si trovavano fermi sulla strada. Per fortuna nell’incidente non ci sono stati feriti gravi, in quanto l’agente di polizia si trovava fuori dall’abitacolo al momento in cui è avvenuto l’impatto. 

In USA nuovo incidente di una Tesla con pilota automatico attivo

Dopo l’incidente, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza dell’Arizona ha twittato che secondo il conducente della Tesla al momento dell’incidente era attivo autopilot. Ovviamente si tratta di un qualcosa che dovrà essere appurato in sede di indagine dalle autorità competenti. In quanto non sarebbe la prima volta che il conducente di una Tesla da la colpa di un incidente ad Autopilot quando invece le responsabilità sono sue personali.

Questo è solo l’ultimo di una lunga serie di incidenti che hanno coinvolto una vettura della casa automobilistica di Elon Musk. Molti di questi incidenti vedevano l’auto al momento dell’impatto utilizzare Autopilot. In molti casi però la responsabilità dell’incidente non era del sistema bensì dell’imprudenza del conducente.

Infatti Tesla dice sempre che il suo sistema non offre una guida autonoma completa e dunque richiede che il conducente presti sempre attenzione alla strada e sia immediatamente pronto a riprendere i comandi nel caso in cui la situazione o il sistema stesso lo richieda, cosa che ovviamente in questo caso non è avvenuta.

Vedremo dunque nelle prossime settimane cosa emergerà dalle indagini che saranno effettuate dalla polizia. Chiaramente questo ennesimo incidente rafforza le critiche di chi contesta a Tesla l’uso di questa tecnologia definendola pericolosa e illegale.