USA, nuove regole per le armi da fuoco? L’annuncio di Biden

Martino Grassi

08/04/2021

08/04/2021 - 17:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha intenzione di limitare la circolazione e la diffusione delle armi da fuoco, comprese le cosiddette armi “fantasma”, ossia quelle non rintracciabili e prodotte in modo artigianale.

USA, nuove regole per le armi da fuoco? L'annuncio di Biden

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si appresta ad annunciare una possibile stretta sulle armi da fuoco, segnando un netto cambiamento rispetto alla precedente amministrazione, durante la quale è stata concessa una maggiore libertà sulla vendita sulla circolazione delle armi da fuoco, azzerando quasi completamente i controlli.

Proprio nella giornata di oggi dovrebbe arrivare l’annuncio di una serie di misure, 6 per l’esattezza, che avranno come obiettivo quello di contrastare la diffusione delle armi nel Paese, incentrandosi principalmente sulle armi fantasma, ossia quelle prodotte artigianalmente e dunque sprovviste dei numeri di identificazione.

USA, nuove regole per le armi da fuoco? L’annuncio di Biden

La Casa Bianca ha annunciato che saranno introdotte delle misure per far fronte all’epidemia di salute pubblica causata dalla violenza armata, nello specifico, sul sito ufficiale delle White House, si legge che entro 30 giorni il Dipartimento di Giustizia emetterà una proposta di legge per aiutare a fermare la proliferazione delle pistole fantasma, ossia quelle prodotte artigianalmente.

Il Dipartimento, entro 60 giorni proporrà anche l’introduzione di quella che viene definita “red flag”, ossia la possibilità da parte delle famiglie o dalle forze dell’ordine, di impedire temporaneamente alle persone in crisi di accedere alle armi da fuoco nel caso in cui possano rappresentare un pericolo per se stessi o per gli altri. Sarà pubblicato anche un rapporto annuale sul traffico di armi da fuoco, Sul sito della Casa Bianca, infine, è possibile leggere che:

“Il presidente nominerà David Chipman come direttore del Bureau of Alcohol, Tobacco, and Firearms (ATF). L’ATF è l’agenzia chiave che fa rispettare le nostre leggi sulle armi, e ha bisogno di un direttore confermato per fare il lavoro al meglio delle sue capacità. Ma l’ATF non ha un direttore confermato dal 2015. Chipman ha servito all’ATF per 25 anni e ora lavora per portare avanti le leggi sulla sicurezza delle armi”.

Le sparatorie negli Stati Uniti

Non è un novità che gli Stati Uniti siano spesso il teatro di violente sparatorie rese possibili dalla facilità con cui è possibile acquistare un’arma da fuoco nel Paese. Secondo i dati di una ricerca condotta da Pew Reaserch, quasi il 30% degli americani possiede almeno un’arma, di cui il 66% di questi ne ha più d’una. Ciononostante, il 72% degli abitanti degli Stati Uniti è dell’idea che servirebbero leggi e controlli di maggiore severità sulla vendita e sulla circolazione delle armi.

E proprio nel giorno in cui Biden annuncia delle novità per quanto riguarda le armi da fuoco, dagli Usa arriva la notizia di un’altra sparatoria avvenuta nelle vicinaze di Rock Hill, cittadina della South Carolina. Tra le vittime ci sarebbero anche due bambini, di 9 e 5 anni, i loro nonni, oltre che un altro uomo, secondo quanto riportato dalla NBC News. L’Associated Press riferisce che il killer potrebbe essere ex giocatore della Nfl Phillip Adams, rimasto anche lui coinvolto nella sparatori, che al momento è stato arrestato.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories