USA-Europa: è scoppiata la guerra commerciale

Parte la guerra commerciale tra Donald Trump e l’Europa: alle 06:00 del mattino è entrata in vigore la prima ondata di sanzioni. Il punto della (infuocata) situazione.

USA-Europa: è scoppiata la guerra commerciale

È scoppiata la guerra commerciale tra gli USA e l’Europa.

A mezzanotte di oggi (le ore 06:00 italiane) sono entrati ufficialmente in vigore i dazi di Donald Trump su Unione europea, Canada e Messico, i Paesi fino ad ora esentati dalle mire protezionistiche di Washington.

Lo scorso 23 marzo gli USA hanno introdotto un’imponente ondata di tariffe dalla quale sono stati esonerati sia l’Europa che i partner del NAFTA. L’iniziale scadenza (quella del 1° maggio) è stata posticipata ad oggi, venerdì 1° giugno, giorno in cui Trump ha scelto non rimandare ulteriormente la questione e di ufficializzare la sua offensiva protezionistica.

Guerra commerciale USA-Europa è realtà

Esattamente come accaduto con gli altri Paesi sin da subito colpiti dalle decisioni dell’amministrazione USA, anche l’Europa, il Canada e il Messico dovranno sottostare alle decisioni di Donald Trump.

Una tassa del 25% sarà applicata sull’export europeo di acciaio, mentre un’altra tariffa del 10% riguarderà le esportazioni Ue di alluminio. Stando a quanto emerso nelle ultime ore è probabile che i citati dazi saranno imposti anche a Corea del Sud, Argentina, Brasile e Australia. Stati Uniti contro tutti, insomma.

A confermare lo scoppio della guerra commerciale è stato nientemeno che Wilbur Ross, segretario americano al Commercio, che ha comunicato le intenzioni della Casa Bianca nella serata di ieri, mentre l’Europa era alle prese con la formazione del Governo in Italia.

Il botta e risposta USA-Ue

Non si è fatta attendere la reazione europea a quella che è sembrata a tutti gli effetti una dichiarazione di guerra commerciale. Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker (che non ha brillato per classe con le ultime dichiarazioni sull’Italia), ha già annunciato che l’Europa prenderà serie contromisure contro i dazi di Donald Trump, definiti ingiustificati ma soprattutto contrari alle regole dell’Organizzazione Mondiale del Commercio.

“Gli USA hanno voluto usare la minaccia delle restrizioni commerciali come leva per ottenere concessioni dalla Ue, ma questo non è il modo in cui noi facciamo affari e certamente non tra partner, amici e alleati di lunga data”,

ha affermato una delusa Cecilia Malmstroem, commissario al commercio Ue, che ha subito parlato di una prossima risposta del blocco che sarà proporzionata e seguirà le regole della WTO.

L’eventuale rappresaglia non avrà un impatto significativo sull’economia statunitense”,

ha rilanciato Ross dopo le dichiarazioni europee, confermando che gli USA andranno avanti a prescindere da qualsiasi tipo di reazione e invitando tutti i Paesi coinvolti ad una discussione su politiche commerciali più equilibrate.

Un vero e proprio schiaffo all’Europa quello inferto dagli USA. Poco importa che si tratti di alleati, la guerra commerciale tra i due blocchi è iniziata.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Guerra commerciale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.