Trump, ok alla transazione con Biden: cosa succede ora negli Usa?

Alessandro Cipolla

24/11/2020

13/04/2021 - 10:23

condividi

Donald Trump ha dato il via libera alla transazione con il team di Joe Biden: dopo aver perso tutti i ricorsi, il tycoon adesso sarebbe vicino a riconoscere la sconfitta elettorale anche se non vuole abbandonare la sua battaglia.

Trump, ok alla transazione con Biden: cosa succede ora negli Usa?

La lunga telenovela delle elezioni Usa 2020 potrebbe concludersi a breve. Donald Trump infatti ha dato il suo disco verde all’inizio della transazione con il team di Joe Biden che ormai ha preso forma.

Nelle ultime ore infatti è trapelata la nomina di Tony Blinken nel delicato ruolo di segretario di Stato e quella di Janet Yellen, con la ex presidente della Federal Reserve che andrà alla guida del Tesoro.

L’accelerazione è arrivata dal Michigan, uno degli Stati in bilico dove Biden ha effettuato il sorpasso proprio alla fine dello spoglio, con la commissione elettorale che ha certificato la vittoria dei Democratici.

Un ennesimo duro colpo per Trump, che finora si è visto respingere tutte le istanze presentate nei vari Tribunali: anche se il tycoon ha annunciato di voler continuare la sua battaglia legale, l’amministrazione Biden adesso può veramente iniziare.

Trump: ok alla transazione

Come al suo solito, Donald Trump ha scelto Twitter per annunciare l’avvio della transazione: “Ho dato ordine alla General Service Administration e al mio team di avviare i protocolli nell’interesse del Paese”.

Trump non ha ancora riconosciuto la vittoria di Biden e ha fatto intendere di voler continuare a perseguire la strada dei Tribunali, ma questo è un importante passo in avanti vista la situazione di stallo che si è creata dopo le elezioni dello scorso 3 novembre.

Dopo la certificazione anche in Michigan, il passo ufficiale è stata la lettere inviata da Emily Murphy, capo del General Administration Services, a Joe Biden dove il Democratico è stato formalmente dichiarato Presidente eletto.

Questa lettera è il primo passo verso il passaggio di consegne alla Casa Bianca, con Trump che ha dichiarato di aver spinto la Murphy a questo atto dopo le minacce da lei ricevute, mentre la donna ha detto che la sua scelta è stata autonoma.

A prescindere da chi abbia preso la decisione, nei prossimi giorni Yohannes Abraham che per i dem sta seguendo la transazione, ha annunciato tutta una serie di incontri con i funzionari federali per preparare l’arrivo di Joe Biden alla Casa Bianca.

Iscriviti a Money.it