Tesla entra nell’indice S&P 500. L’annuncio ufficiale

Dal 21 dicembre Tesla entrerà a far parte dell’indice S&P 500 dopo aver registrato il quinto trimestre consecutivo di profitti.

Tesla entra nell'indice S&P 500. L'annuncio ufficiale

Tesla entrerà a far parte dell’indice S&P 500 a partire dal prossimo 21 dicembre. L’annuncio di questa importante novità, che ufficializza l’ingresso della società produttrice di auto elettriche in uno degli indici finanziari più importanti al mondo, è stato dato nelle ultime ore, dopo la chiusura di Wall Street.

Diventa quindi interessante osservare quale sarà la reazione degli investitori all’apertura della Borsa americana.

Elon Musk, dopo essere riuscito a mandare 4 astronauti NASA nello spazio con la sua SpaceX, raggiunge nel giro di poche ore un altro traguardo importante con l’azienda automobilistica fondata nel 2003. Nessun commento è stato però rilasciato né da lui, né dai vertici aziendali.

Tesla entra nell’indice S&P 500

Tesla ora potrà contare su tutti i vantaggi offerti nell’essere inserito nell’insieme di titoli di Standard & Poor’s, di cui ancora non è noto quale sarà la compagnia a farle spazio.

Tra questi, certamente l’opportunità di una maggiore stabilità delle proprie azioni, le quali, a causa dell’alto grado di volatilità, le hanno fatto guadagnare in qualche occasione la nomea di titolo più pericoloso in Borsa.

Si tratta della classica ciliegina sulla torta per Musk, che nel 2020, nonostante la crisi globale, ha visto non solo accrescere il suo patrimonio personale, ma anche l’andamento della sua Tesla.

Quinto trimestre consecutivo in crescita per Tesla

Nel terzo trimestre di quest’anno il profitto della compagnia californiana è stato di 331 milioni di dollari, spinto dalla produzione della nuova fabbrica di Shanghai, dove può beneficiare di una manodopera più bassa.

Si tratta comunque del quinto quarter consecutivo di crescita per Tesla, la quale aveva subito un brusco stop all’indomani della notizia di essere stata esclusa da S&P 500 lo scorso settembre.

Nonostante la doccia fredda subita, sia i profitti finanziari che di produzione erano continuati a crescere, portando così i vertici dell’agenzia di rating a modificare il loro giudizio.

La prossima sfida di Elon Musk

Si tratta certamente di un riconoscimento importante per Elon Musk e la sua gestione creativa, che ha portato Tesla dall’essere una società di nicchia della Silicon Valley a diventare un attore globale.

Infatti, grazie all’intuizione di puntare sulla produzione di veicoli elettrici, l’azienda americana ha acquisito un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti che ora stanno puntando su questo tipo di alimentazione per i nuovi mezzi.

Tuttavia, al momento, le vendite negli USA sono ancora modeste e corrispondono a circa il 3% degli acquisti totali di automobili degli americani.

Se da una parte questo dato potrebbe significare una grande opportunità di crescita e una nuova sfida per Musk, dall’altra mostra ancora le difficoltà nel rendere le vetture elettriche appetibili al grande pubblico.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories