Tesla apre ai pagamenti in Dogecoin. Cosa si prospetta per la crypto meme?

Gabriele Stentella

17 Dicembre 2021 - 11:58

condividi

Elon Musk vuole includere Dogecoin tra i metodi di pagamento per alcuni gadget di Tesla. Quale effetto può avere questa scelta sull’andamento della crypto?

Tesla apre ai pagamenti in Dogecoin. Cosa si prospetta per la crypto meme?

Il miliardario Elon Musk è tornato a parlare di Dogecoin e ha prospettato il futuro inserimento della crypto meme tra le modalità di acquisto di oggettistica a marchio Tesla. L’annuncio di Musk è arrivato in un momento non molto buono per DOGE, poiché negli ultimi 30 giorni la criptovaluta era arrivata a perdere quasi il 41% del proprio valore.

L’endorsement da parte della casa automobilistica statunitense ha favorito il rialzo del token, anche se tra gli analisti serpeggia ancora una grande incertezza riguardo l’andamento della valuta digitale.

Dogecoin: +25% dopo le dichiarazioni di Musk

Come anticipato, l’annuncio del patron di Tesla ha generato una forte spinta rialzista per la crypto del cane Shiba, che ha guadagnato il 25% in poco più di un’ora. DOGE si muove ancora sopra gli 0,2 dollari, valore che era stato toccato per l’ultima volta nel corso della prima settimana di dicembre.

In un recente intervento pubblico in cui ha commentato la sua elezione a uomo dell’anno da parte della rivista «Time», il fondatore di Tesla ha anche spiegato le motivazioni che lo hanno portato a preferire DOGE ad altre crypto, quali ad esempio Bitcoin:

«Fondamentalmente Bitcoin non è un buon sostituto per una valuta transazionale. Anche se è stato creato come un semplice scherzo, Dogecoin è più adatto per le transazioni.»

Musk ha poi aggiunto che BTC si presta meglio come riserva di valore, dato che i suoi possessori preferiscono acquistarlo e conservarlo al fine di salvaguardare il proprio capitale, piuttosto che usarlo come un vero e proprio metodo di pagamento alternativo. Al contrario, Dogecoin non sarebbe una buona riserva di valore a causa della sua natura inflazionistica, la quale incoraggerebbe i possessori a spenderlo anziché detenerlo nei propri wallet digitali per lunghi periodi.

Cosa aspettarsi da DOGE nelle prossime settimane?

Prevedere l’andamento di Dogecoin è sempre stato molto difficile per gli analisti, essendo il prezzo della crypto estremamente volatile e influenzato per lo più dal movente speculativo del mercato. Per ora DOGE si muove in un range compreso tra gli 0,17 dollari e gli 0,19 dollari, sebbene diversi esperti pensino che il consolidamento della valuta digitale non si sia ancora verificato. L’apertura da parte di Tesla non avrebbe quindi assicurato alla crypto meme una spinta duratura.

Entro fine anno è possibile assistere a ulteriori flessioni delle quotazioni di Dogecoin, che potrebbero tornare sotto il supporto fissato a 0,16 dollari. Se, al contrario, il prezzo della criptovaluta dovesse lasciarsi alle spalle la resistenza a quota 0,19 dollari, non sarebbe da escludere un ritorno sopra gli 0,24 dollari.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.