Tesla Motors immune dallo scandalo Volkswagen, ma il comparto auto soffre

Francesco Lucchetti

23 Settembre 2015 - 12:47

condividi

Rimangono solide le azioni di Tesla Motors, il caso Volkswagen non scalfisce l’andamento positivo del titolo. Analisi e livelli tecnici.

Le azioni della Tesla Motors rimangono impassibili di fronte allo scandalo della Volkswagen. La casa tedesca, dopo la maxi-multa negli USA per aver truccato i controlli sulle emissioni di CO2, ha visto le sue azioni crollare e trascinare giù le borse durante gli ultimi due giorni.

La Volkswagen rischia così una multa negli Stati Uniti di ben 18 miliardi di dollari e gli stessi controlli che hanno portato il CEO di Volkswagen USA Michael Horn ad ammettere le colpe della casa automobilistica sono previsti anche in Europa e nell’estremo Oriente.

Scandalo Volkswagen, crolla il comparto auto
Il settore automobilistico è stato il primo a pagarne le spese e la stretta dei governi di tutto il mondo sui controlli da effettuare sull’inquinamento delle vetture ha fatto crescere la tensione, non solo in casa Volkswagen. Giù anche i titoli della maggior parte delle case automobilistiche.

Tesla Motors sembra immune
Nel marasma dei titoli dell’automotive, chi non sembra affatto preoccupato è il titolo Tesla Motors. La casa americana, infatti, fa eccezione in questo settore industriale e non conosce il significato di CO2 e di emissioni inquinanti, dal momento che la sua attività è interamente concentrata sullo sviluppo e sulla produzione di auto elettriche.

Nessun contraccolpo dunque per le azioni Tesla, anzi. Proprio nella giornata di Lunedì il titolo ha toccato un nuovo massimo nel suo attuale trend, raggiungendo quota 271,30 e continuando così la sua salita.

La domanda dei suoi titoli sta continuando a salire, dopo che ad Agosto l’azienda aveva annunciato un aumento dell’offerta azionaria per un valore di circa 500 milioni di dollari. E nonostante le stime delle vendite non trattino grandissimi numeri (si parla di 50-55 migliaia di auto vendute nel 2015), la produzione di nuovi modelli destinati a target diversi sembra attirare l’interesse degli operatori.

Livelli tecnici
Il breakout della resistenza dinamica avvenuto il 16 Settembre potrebbe continuare a dare i suoi effetti e dar luogo a un rally che riporterebbe il titolo verso quota 271,60 e verso il massimo storico di 286,30.
Un eventuale ripiegamento potrebbe, al contrario, generare un pullback ribassista nella direzione dei supporti di 238,5, 227,8 e 217,8.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.