Tesla: per Goldman Sachs è ancora sell

Secondo la banca d’affari statunitense le consegne del secondo trimestre sono buone, ma fino alla fine dell’anno da domanda rimarrà scarsa

Tesla: per Goldman Sachs è ancora sell

Secondo gli analisti di Goldman Sachs, Tesla potrebbe vendere un buon numero di veicoli nel secondo trimestre 2019 anche se difficilmente riusciranno a rispettare i target prefissati. Gli analisti della banca d’affari, guidati da David Tamberrino, sono noti venditori del titolo di Musk.

Goldman Sachs ha mantenuto il suo rating sell con prezzo di obiettivo a 158 dollari, che equivale ad un ribasso di circa il 30% dai prezzi attuali. Di recente le azioni Tesla hanno ricevuto una spinta dagli azionisti di Elon Musk, che non hanno per il momento, riscontrato problemi di domanda per i veicoli della società e per i record in termini di vendite e produzione.


Tesla, grafico lineare da gennaio 2019. Fonte: Bloomberg

Tesla ha guadagnato il 18% questo mese, più del doppio di quanto registrato dall’indice S&P 500, dopo una perdita del 22% registrata nel mese di maggio.

Le vendite del secondo trimestre di Tesla «dovrebbero andare bene», gli analisti si aspettano un dato in linea o poco al di sotto del consensus, considerando che ci sono meno fattori che alimenteranno la domanda in futuro, spiegano gli analisti di Goldman Sachs.

Nel pre-market di Wall Street le azioni Tesla si attestano a 217,25 dollari, in flessione dell’1,08%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \