Terza Guerra Mondiale: in Siria ci sarà la resa dei conti tra Israele e Iran?

Venti di Terza Guerra Mondiale in Medio Oriente: continuano gli attacchi tra Israele e Iran, con la Siria ormai tragico e consueto terreno di scontro.

Terza Guerra Mondiale: in Siria ci sarà la resa dei conti tra Israele e Iran?

Cresce il timore di una Terza Guerra Mondiale in Medio Oriente dopo l’escalation di attacchi tra Israele e Iran: dopo la rottura dell’accordo sul nucleare voluto da Donald Trump, i due paesi sono tornati a fronteggiarsi militarmente.

A seguito dei razzi che i Pasdaran hanno lanciato verso le forze armate israeliane sulle Alture del Golan, Gerusalemme ha risposto con un massiccio bombardamento verso postazioni iraniane dislocate in Siria: siamo alla resa dei conti?

Venti di Terza Guerra Mondiale

Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani, in questa serie di attacchi degli ultimi giorni avrebbero perso la vita 23 persone, anche se ancora non si hanno notizie ufficiali a riguardo.

Gli “screzi” tra Israele e Iran sono iniziati già diverse settimane fa, proprio quando la crisi in Siria sembrava essere arrivata al suo apice tanto da far temere lo scoppio di una Terza guerra Mondiale dopo l’attacco degli Stati Uniti verso obiettivi militari del regime di Assad.

Il tutto è iniziato nella notte tra l’8 e il 9 aprile, quando Israele ha attaccato la base governativa T4 ad Homs, in Siria, provocando la morte di 14 persone tra cui sette militari iraniani compreso il colonnello Mehdi Dehghan.

La risposta dei Pasdaran (milizie iraniane presenti in Siria per sostenere le truppe dell’esercito di Assad) non si è fatta attendere: più di venti razzi sono stati lanciati verso forze militari israeliane stanziate sulle Alture del Golan.

Un attacco che ha provocato l’immediata reazione da parte di Gerusalemme: con un raid aereo, il più massiccio in Siria dal 1974, sono state bombardate postazioni militari iraniane dislocate nel territorio siriano.

L’azione militare era stata anticipata dal premier israeliano Benjamin Netanyahu al suo collega russo Vladimir Putin: al momento il Cremlino avrebbe consigliato alle forze militari siriane di non reagire, ma la tensione in tutto il Medio Oriente cresce pericolosamente sempre di più.

Resa dei conti tra Israele e Iran?

Le Alture del Golan sono un lembo di terra tra la parte settentrionale del territorio di Israele e quello meridionale di Libano e Siria. In teoria sarebbe territorio di Damasco ma di fatto è occupato militarmente, fin dalla Guerra dei Sei Giorni del 1967, dalle truppe di Gerusalemme.

Quando in questo momento si parla del regime di Assad in pratica si deve intendere Iran. Soltanto grazie all’appoggio di Teheran e di Mosca, l’attuale presidente siriano è ancora in sella riuscendo finora a superare la Primavera Araba prima e la guerra civile poi.

Con la recente caduta dello Stato Islamico è venuta meno anche quella sorta di tregua tra l’esercito regolare fedele ad Assad e i ribelli, sostenuti in particolare dagli Stati Uniti e dall’Arabia Saudita.

Messo in sostanza da parte l’Isis, le truppe siriane hanno iniziato ad attaccare i ribelli riprendendosi molti territori che in precedenza erano stati perduti. In pratica l’influenza e il potere dell’Iran in Siria sta aumentando sempre di più.

Un problema non di poco conto questo per Israele, che non vuole un rafforzamento del suo grande nemico proprio a pochi passi dai suoi confini. Da qui nascono i recenti attacchi tra le due forze militari.

La decisione poi degli Stati Uniti di stracciare l’accordo sul nucleare voluto da Obama, c’è anche chi vorrebbe Donald Trump vincitore del Nobel per la Pace, ha senza dubbio alimentato questo clima di ostilità.

La Siria quindi si conferma essere come il terreno di scontro tra i due grandi blocchi di potere, Stati Uniti-Israele-Arabia Saudita da una parte e Russia-Iran-Cina dall’altra.

Uno scacchiere questo dove si giocherà la partita decisiva, nella speranza che non si giunga a una guerra di maggiori proporzioni che avrebbe delle conseguenze devastanti soprattutto per la già martoriata popolazione siriana.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Terza Guerra Mondiale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.