Telecom Italia: tenere area 0,56 euro per iniziare il 2020 nel migliore dei modi

A Piazza Affari il 2020 di Telecom Italia parte all’insegna degli acquisti. Dopo le indicazioni operative lasciate in eredità dal 2019, il nuovo anno potrebbe vedere l’ex monopolista tra i protagonisti di Borsa. Ecco una strategia operativa implementabile con i Turbo Certificate

Telecom Italia: tenere area 0,56 euro per iniziare il 2020 nel migliore dei modi

Primi scambi del 2020 positivi per Telecom Italia, con le azioni dell’ex monopolista che nel momento della scrittura passano di mano a 0,5615 euro, in rialzo dello 0,74% sui valori di chiusura dello scorso 30 dicembre. L’avvio del nuovo potrebbe segnare una fase favorevole ai prezzi di Borsa dei titoli della compagnia telefonica italiana. Da un punto di vista tecnico, la discesa dei prezzi intrapresa dai massimi dello scorso 23 dicembre a 0,5751 euro ha infatti riportato le quotazioni in prossimità di un’importante area supportiva capace di influenzare i corsi da qui alle prossime settimane.

Il livello menzionato è stato lasciato in eredità dalla serie di minimi intraday registrati a cavallo tra il 3 e il 16 dicembre 2019 e trova la sua rilevanza maggiore nell’ampio intervallo compreso tra i 0,5434 e i 0,5615 euro per azione. A far emergere il supporto di tale area contribuisce anche l’andamento passato delle quotazioni di Telecom Italia.

Se nel corso della seconda parte del 2019 Telecom ha generato un segnale di acquisto molto importante con l’accelerazione oltre le resistenze statiche poste nell’intorno dei 0,5250 euro, elemento grafico che ha così consentito di completare una figura di stampo rialzista quale il doppio minimo costruito a cavallo tra metà aprile e metà ottobre 2019, i livelli a cui scambia il titolo in questo avvio di nuovo anno aveva fornito una valida resistenza grafica nel primo trimestre dello scorso anno. La tenuta del livello aveva poi portato a una fase di debolezza culminata con un ritorno dei corsi in area 0,43 euro.

Gli attuali valori sono dunque fondamentali per le azioni per fornire le basi per nuovi allunghi, dapprima verso i top di periodo come i massimi 2019 registrati lo scorso 26 novembre a 0,5917 euro e successivamente per giungere al target dell’estensione al rialzo del doppio minimo, elemento che si avrebbe in caso di progressioni fino in area 0,62 euro.

Estendendo ulteriormente l’ampiezza temporale dell’analisi, il 2019 sembra aver lasciato in eredità a Telecom Italia una generale inversione rispetto al trend negativo degli ultimi anni che potrebbe regalare soddisfazioni su un periodo di tempo più lungo. In tal senso l’area di naturale sbocco sembra essere quella dei 0,88/0,89 euro, livello ove ora emerge il livello resistenziale statico di maggior valenza.

Strategie operative su Telecom Italia

Operativamente, l’intero range compreso tra i 0,559-0,562 può essere valutato per l’ingresso in acquisto. Lo stop loss si avrebbe al cedimento dei 0,543 euro mentre i target si avrebbero dapprima in corrispondenza dei 0,584 euro e dei 0,62 euro successivamente. Per questo tipo di strategia operativa, si adatta bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014036857 e leva nel momento in cui si scrive di 8,46.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Forex Media S.r.l. (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Forex Media S.r.l., in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.