Telecom pronta a rilevare quota rilevante in Open Fiber e fa all-in su TimVision

Secondo indiscrezioni Tim sarebbe pronta a rilevare una quota rilevante in Open Fiber da Cassa Depositi e Prestiti

Telecom pronta a rilevare quota rilevante in Open Fiber e fa all-in su TimVision

La virata di Telecom Italia (TIM) verso i contenuti ha subito un’accelerazione. La sponda arriva anche da Enel che secondo quanto ventila la stampa starebbe trattando la cessione di circa la metà della sua quota in Open Fiber ad un consorzio di fondi.

È di fatto in questo quadro che si inserisce TIM che, secondo altre indiscrezioni, sarebbe pronta a rilevare una quota rilevante in Open Fiber da Cassa Depositi e Prestiti.

All-in su TimVision

TIM di fatto sembra puntare sempre più sui contenuti di TimVision. L’ultimo accordo, quello con SKY ufficializzato scorsa settimana, avrebbe per TIM un costo complessivo di 200 milioni di euro e validità fino al 2021.

Questa alleanza da un lato risolve un contenzioso passato (sul presunto mancato rispetto da parte di TIM di un accordo di minimo garantito nella vendita di abbonamenti digitali SKY) dall’altro apre a TIM la possibilità di aggregare sulla sua piattaforma TIM Vision alcuni contenuti di SKY (validità fino al 2021).

«I canali e i servizi di contenuti che saranno visibili su TimVision iniziano a essere parecchi», ha commentato un analista. C’è Sky con la quale il gruppo in occasione della semestrale ha comunicato di aver trovato un accordo, che si affiancherà a Discovery, Mediaset, Netflix, Amazon Prime ed Eurosport. «Manca solo Dazn, ma è presumibile che presto si aggiungerà all’elenco».

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Telecom Italia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.