Sondaggio: per i lettori giusto chiudere le scuole in tutta Italia per coronavirus

Per i lettori di Money.it è stata giusta la decisione di chiudere le scuole in tutta Italia per coronavirus, ma non per tutti. Avevamo proposto il sondaggio una settimana fa quando ancora non eravamo un’Italia unica zona rossa e quando ancora la chiusura delle scuole era stata disposta fino al 15 marzo. Vediamo i risultati.

Sondaggio: per i lettori giusto chiudere le scuole in tutta Italia per coronavirus

Sondaggio: per i lettori di Money.it è stato giusto chiudere le scuole in tutta Italia per coronavirus, ma non per tutti.

Abbiamo aperto questo sondaggio una settimana fa, quando ancora in Italia erano poche le zone rosse. In particolare lo abbiamo aperto quando ancora le disposizioni del governo prevedevano la chiusura delle scuole in tutta Italia fino al 15 marzo, mettendo inizialmente in difficoltà moltissime famiglie.

La situazione non era ancora così drammatica, ancora non era stata disposto il blocco di un intero Paese fino al 3 aprile. Ancora non era stato emanato l’ultimo DPCM dell’11 marzo con ulteriori restrizioni. Vediamo tuttavia quali sono i risultati del sondaggio, tenendo appunto conto dell’evolversi repentino degli eventi.

Sondaggio: è stato giusto chiudere le scuole in tutta Italia per coronavirus?

  • per 641 lettori;
  • no per 163 lettori;
  • non so per 30 lettori.

Insomma considerando che la situazione è in continuo divenire e che molti con buona probabilità hanno risposto al sondaggio quando ancora era prevista la chiusura solo fino al 15 marzo, vediamo come i sì sono schiaccianti rispetto ai no in merito.

Un sondaggio sulla chiusura delle scuole in tutta Italia per coronavirus

Per l’emergenza da coronavirus sono state prese in tutta Italia, ma inizialmente solo nelle regioni del Nord colpite dai contagi, delle misure precauzionali per contenere il numero degli stessi.

Il decreto del governo recante “misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” è stato introdotto principalmente per i comuni in cui i contagi si sono verificati e che sono stati messi in quarantena, ma con l’aggiornamento del 4 marzo nuove indicazioni sono state fornite e le misure sono state estese a tutto il territorio nazionale.

Così inizialmente il governo aveva disposto la chiusura delle scuole su tutto il territorio nazionale fino al 15 marzo, comprese le gite scolastiche. A quel punto abbiamo chiesto ai lettori di Money.it di rispondere al sondaggio in merito alla chiusura delle scuole in tutta Italia per coronavirus per capire se la ritenessero una scelta giusta o meno.

La maggior parte, 641 hanno detto sì mentre 163 hanno detto no e 30 hanno risposto non so.

Successivamente la situazione emergenziale si è aggravata e le scuole sono state chiuse, come tutte le attività, fino al 3 aprile, dichiarando così l’Italia un’unica zona rossa.

Possiamo immaginare che al momento, in cui tutti lavorano in smart working e le attività sono chiuse, in cui le persone, tutte, salvo quelle che non possono per lavoro, sono costrette a restare a casa e un velo di paura e apprensione è calato sulla nostra Penisola, le opinioni potrebbero essere differenti.

Il sondaggio, che ricordiamo non ha valore scientifico ma solamente fortemente indicativo visto che non è stato realizzato a campione, di Money.it, fatto nella giornata odierna forse darebbe un esito differente.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Scuola

Argomenti:

Scuola Coronavirus

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Doctoritz • 4 settimane fa

No, è sbagliato mettere i bambini in quarantena e non farli andare a sQuola.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.