Sondaggi politici: tonfo Lega e PD, la Meloni mette nel mirino Salvini

L’ultimo sondaggio politico di Swg vedrebbe in netto calo la Lega e il Partito Democratico, con Fratelli d’Italia e Italia Viva di Matteo Renzi in crescita: di questo passo, Giorgia Meloni può pensare anche a un sorpasso ai danni di Matteo Salvini.

Sondaggi politici: tonfo Lega e PD, la Meloni mette nel mirino Salvini

L’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg e diramato dal Tg La7 in data 9 novembre arriva in un momento molto particolare, tra gli strascichi del voto negli Stati Uniti e la crisi sanitaria legata al coronavirus che in Italia si fa sempre più pesante.

In questo contesto, stando alla rilevazione nell’ultima settimana ci sarebbe stato un netto calo della Lega, con Matteo Salvini che sia prima che dopo il voto Oltreoceano ha sempre sostenuto la battaglia di Donald Trump.

Come accade ormai da diversi mesi a questa parte, ad approfittare del calo del Carroccio sarebbe Fratelli d’Italia, tanto che non è più un azzardo ipotizzare che in un futuro anche relativamente breve ci possa essere un sorpasso da parte di Giorgia Meloni ai danni dell’ex ministro.

Chi invece è molto contento della vittoria di Joe Biden è senza dubbio Matteo Renzi, amico di lunga data del nuovo Presidente degli Stati Uniti, con l’ex premier che può sorridere anche per il segno positivo attestato dal sondaggio a Italia Viva, che andrebbe a rosicchiare così voti a un Partito Democratico dato invece al ribasso.

Sondaggi politici: male Salvini e PD, ok la Meloni

Nelle ore calde dello spoglio dei voti negli Stati Uniti, mentre Matteo Salvini veniva definito dal The Independent una “cheerleader di Trump”, Giorgia Meloni invece rimarcava la sua vicinanza al tycoon usando però toni molto più cauti.

Guardando l’ultimo sondaggio politico di Swg, emerge come questa tattica più prudente messa in atto anche sul tema Covid stia dando i suoi frutti: Fratelli d’Italia starebbe continuando a crescere ai danni della Lega, tanto che a breve ci potrebbe essere un autentico dualismo per la leadership della coalizione.

Rimanendo nei ranghi del centrodestra, sarebbe in leggera flessione Forza Italia così come Cambiamo del governatore ligure Giovanni Toti: in totale la coalizione al momento sarebbe al 46,6%.

Tra le fila dei partiti di governo, che nel complesso arriverebbe al 42,6%, male il Partito Democratico che così non riuscirebbe ad approfittare del calo della Lega per cercare di farsi sotto, con anche il Movimento 5 Stelle che sembrerebbe continuare nel suo momento difficile.

Il sondaggio invece sorride a La Sinistra, grazie con ogni probabilità alla grande visibilità del ministro Roberto Speranza chiamato a fronteggiare in prima linea l’emergenza coronavirus.

In crescita ci sarebbe pure Italia Viva, con Matteo Renzi che così andrebbe a staccare Carlo Calenda con entrambi i partiti che al momento sarebbero oltre la soglia di sbarramento del 3% dell’attuale legge elettorale.

Sotto invece resterebbero +Europa e Verdi nonostante il segno positivo nel sondaggio, ma per questi partiti tutto dipenderà dalla riforma elettorale in cantiere: se dovesse passare il Brescellum con la sua soglia di sbarramento al 5%, per queste forze politiche sarà d’obbligo stringere alleanze per avere chance di entrare nel prossimo Parlamento.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories