Sondaggi politici: risale la Lega, crollo M5S, bene Renzi e Calenda

Movimento 5 Stelle sempre più in crisi, ma a parte la Lega, stabili o quasi gli altri due grandi partiti.

Sondaggi politici: risale la Lega, crollo M5S, bene Renzi e Calenda

L’attenzione degli italiani è sicuramente rivolta all’emergenza COVID-19. La rapida salita dei contagi nel Paese, li mette in allerta, non solo dal punto di vista della salute, ma anche da quello economico, soprattutto se dovessero arrivare dei lockdown. Intanto, alcune regioni hanno già provveduto, tramite ordinanze, a introdurre nuove misure restrittive.

Nonostante ciò, resta una certa curiosità nel conoscere le intenzioni di voto ai partiti politici rilevate dai vari sondaggi politici elettorali, anche perché, non si può mettere la mano sul fuoco per quanto concerne la tenuta del governo, visto la crisi interna del M5S e le sue differenze con l’alleato PD sulla linea politica da adottare. Per esempio, sul MES i grillini hanno posto il veto, per ora appoggiati dal Premier Conte, a dispetto del partito di Zingaretti. Scopriamo cosa dicono gli ultimi sondaggi elettorali YouTrend/Agi del 22 ottobre 2020.

Sondaggi politici: M5S in netto calo, risale la Lega

La Supermedia quindicinale indica la Lega in rialzo di tre decimi di punto rispetto a due settimane fa, che porta il partito di Matteo Salvini al 24,6%. Aumenta il gap con il Partito Democratico, stabile al 20,9%. Terza forza politica italiana: Fratelli d’Italia, in crescita dello 0,1% che si attesta al 16,1%.

Dopo il sorpasso subito dal partito di Giorgia Meloni, il Movimento 5 Stelle perde ulteriormente terreno, con una flessione dello 0,9% che lo fa crollare al 15,0%. Lontanissima Forza Italia con il 6,5% dei consensi, in calo di un decimale rispetto a 14 giorni fa.

Italia Viva di Matteo Renzi guadagna lo 0,2% e sale al 3,2%. Cresce di due decimali anche Azione che passa al 3,1%. Il suo leader, Carlo Calenda, recentemente ha annunciato la sua candidatura a sindaco di Roma per le elezioni comunali 2021. La Sinistra tiene il passo, anch’essa al 3,1% con un aumento di consensi dello 0,2%. Stabili +Europa all’1,8% e Verdi all’1,6%. Cambiamo! di Giovanni Toti all’1,0%.

L’opposizione di centrodestra allunga sull’area di governo

Il centrodestra raggiunge il 48,2% dei consensi, contro il 42,3% della maggioranza di Governo, con la forbice che si allarga di mezzo punto rispetto a due settimane fa. Il rapporto di forza tra le due aree è molto cambiato, se lo si paragona ai consensi registrati al tempo della nascita del governo Conte Bis, quando l’opposizione di centrodestra era stimata al 46,3%, con un vantaggio di appena lo 0,4% sulle forze politiche di governo. Da segnalare che l’opposizione di centrosinistra vale il 4,9%, Altri 4,6%.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories