Sondaggi elettorali: controsorpasso sul gradino più basso del podio

Dopo una sola settimana dalle ultime intenzioni di voto nazionali, Quorum registra un nuovo avvicendamento al terzo posto. I dati, e cosa ne pensano gli italiani delle elezioni USA.

Sondaggi elettorali: controsorpasso sul gradino più basso del podio

Gli ultimi sondaggi politici elettorali Quorum, sono stati realizzati per la Rai e diffusi il 25 ottobre 2020 su Rai 3. Proprio la settimana scorsa, si era registrato il sorpasso a sorpresa del Movimento 5 Stelle su Fratelli d’Italia. Stavolta, è il partito di Giorgia Meloni ad accendere la freccia e riprendersi il terzo gradino del podio. Arranca la Lega di Matteo Salvini, così come il PD di Nicola Zingaretti. Le forze politiche di Matteo Renzi e Carlo Calenda sono ancora sotto la soglia del 3%, quota che potrebbe corrispondere allo sbarramento fissato nella prossima legge elettorale.

Sondaggi elettorali Quorum: Fdi nuovamente terza forza politica

A distanza di una settimana, la Lega perde lo 0,3% e si attesta al 24,8%, restando sempre il primo partito italiano. Alle sue spalle, il Partito Democratico cede quattro decimi di punto e scende al 20,4%. Fratelli d’Italia guadagna lo 0,6% e sale al 16,1%, superando il M5S in lieve flessione (-0,1%) che arretra al 16,0%. Forza Italia perde lo 0,1% e scende al 6,6%.

Sinistra Italiana/Art.1 MDP perde un decimale e si attesta al 3,4%. Tra i partiti minori è l’unico sopra il 3%, infatti, Azione al 2,8% pur guadagnando due decimali ne rimane ancora al di sotto. Stesso discorso per Italia Viva, in aumento di consensi di un decimo di punto e stimato al 2,7%. +Europa passa dall’1,5% all’1,7%. Altri 5,5%; indecisi/astenuti in calo dello 0,9%, indicati al 37,2%.

Come voterebbero gli italiani per le elezioni USA?

Un sondaggio precedente di Quorum divulgato il 22 ottobre 2020, ha evidenziato come gli italiani, nelle elezioni USA sono schierati dalla parte del democratico Joe Biden, sfidante del Presidente in carica degli Stati Uniti, Donald Trump. Solo il 16,7% voterebbe a favore di quest’ultimo, il 47,2% appoggia lo sfidante. Il 7,6% darebbe il proprio voto ad altri, indecisi/astenuti 28,4%.

Circa metà degli italiani, pensa che l’esito delle presidenziali americane possa influire sulla politica italiana. Più precisamente, il 15,9% è convinto che l’incidenza sia molta, abbastanza per il 36,8%. Il 28,9% crede che il risultato USA peserà poco, per nulla il 6,3%. Non risponde il 12,1%.

Quorum ha anche chiesto agli intervistati, quale candidato USA sarebbe meglio fosse eletto, per il bene dell’economia e della politica italiana. Joe Biden è il nome indicato dal 43,5%, Donald Trump ottiene il 15,5%, Altri 5,3%, non si esprime il 35,7%.

A proposito di sondaggi e di elezioni presidenziali, sembra che Trump sia in leggera rimonta, ma secondo il sito RealClearPolitics che effettua la media delle intenzioni di voto, Biden è in vantaggio del 7,4%. Tuttavia, ci sono ancora degli Stati chiave dove l’esito del voto resta in bilico, per cui nulla è scontato, quando manca meno di una settimana alle elezioni presidenziali americane.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories