Berlusconi sta male? Per l’avvocato le condizioni di salute sono peggiorate

Alessandro Cipolla

30 Novembre 2020 - 14:57

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo aver superato il Covid, alla ripresa del processo Ruby Ter stando alle parole dell’avvocato di Silvio Berlusconi il leader di Forza Italia avrebbe avuto negli ultimi giorni “una ulteriore forma di ingravescenza”, con i dottori che gli avrebbero consigliato il riposo assoluto domiciliare.

Berlusconi sta male? Per l'avvocato le condizioni di salute sono peggiorate

Di recente di Silvio Berlusconi si è parlato soprattutto in merito all’apertura di Forza Italia a una collaborazione con la maggioranza, con l’ex premier descritto come più che attivo al telefono nel convincere i suoi alleati del centrodestra a votare lo scostamento di bilancio, come poi è avvenuto.

Al momento della ripresa del processo Ruby Ter, dove insieme ad altri 28 imputati Silvio Berlusconi è accusato di corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza, l’avvocato Federico Cecconi ha parlato dello stato di salute del cav.

A inizio udienza, il legale ha presentato dei documenti firmati dai professori che seguono l’ex premier a distanza e del medico curante, illustrando quello che sarebbe il quadro clinico di Silvio Berlusconi che a inizio settembre è risultato positivo al Covid, superando alla fine il virus dopo che era stato anche ricoverato al San Raffaele.

Lo scorso 19 ottobre così i difensori del leader di Forza Italia, a causa di motivi di salute, avevano presentato istanza di rinvio per legittimo impedimento con la richiesta che era stata accolta dai giudici.

Adesso stando all’avvocato Cecconi, l’attivismo degli ultimi giorni di Berlusconi, che gli era stato sconsigliato, avrebbe prodotto “una ulteriore forma di ingravescenza” dopo il precedente “iter di miglioramento” che si era registrato.

Per questo motivo i medici avrebbero consigliato a Silvio Berlusconi “ riposo assoluto domiciliare , di non muoversi e di non svolgere attività”, con l’avvocato che comunque ha voluto sottolineare come, viste le già tante udienze rimandate, non si intende “avanzare richiesta di legittimo impedimento”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories