Scuola a settembre, ci sono le linee guida del Cts: ecco come sarà

Per la scuola a settembre ci sono le linee guida del Comitato tecnico scientifico che delineano come sarà il rientro nel rispetto della sicurezza di insegnanti e alunni. Il documento lo hanno ricevuto Miur e governo nella giornata di ieri.

Scuola a settembre, ci sono le linee guida del Cts: ecco come sarà

Scuola a settembre: ci sono le linee guida del Comitato tecnico scientifico (Cts) a definire come sarà il rientro nel prossimo anno scolastico.

Il documento è stato inviato nella giornata del 28 maggio al governo e Miur dal Cts e servirà per definire il piano complessivo per il rientro a scuola a settembre in piena sicurezza.

Questo arriva dopo quello già approdato al ministero guidato da Lucia Azzolina per la Maturità 2020 che si terrà in classe.

Il documento analizza prima la morfologia della scuola italiana per poi fornire le indicazioni per una riapertura della scuola nel rispetto delle regole per evitare eventuali contagi da COVID-19. Alla base il divieto di assembramenti e l’utilizzo della mascherina.

Il Comitato riporta anche gli esempi che in Europa sono stati attuati per il rientro a scuola come spunto per ripartire.

Lo stesso Cts nelle scorse settimane ha anche definito il protocollo per la riapertura dei centri estivi e nidi, quindi con bambini molto piccoli, mentre la viceministra Anna Ascani spinge per un incontro dell’ultimo giorno di scuola all’aperto.

Vediamo cosa dicono le linee guida per il rientro a scuola a settembre e come sarà.

Scuola a settembre, linee guida Cts: ecco come sarà

Scuola a settembre: come sarà secondo le linee guida del Comitato tecnico scientifico lo si comprende leggendo e analizzando il documento che allegheremo alla fine di questo articolo.

I punti centrali e di primaria importanza sono il non presentarsi a scuola con una temperatura che sia superiore a 37.5 gradi corporei e il distanziamento fisico di almeno un metro che deve essere garantito con una riorganizzazione degli spazi interni alla scuola.

In merito il documento del Cts sottolinea anche che ci si affida alla responsabilità personale pertanto all’ingresso a scuola a partire da settembre non verrà misurata la temperatura ad alunni, docenti e personale scolastico in generale. Nel documento con le linee guida si legge che:

  • saranno da privilegiare tutti i possibili accorgimenti organizzativi al fine di differenziare l’ingresso e l’uscita degli studenti sia attraverso uno scaglionamento orario che rendendo disponibili tutte le vie di accesso, compatibilmente con le caratteristiche strutturali e di sicurezza dell’edificio scolastico, al fine di differenziare e ridurre il carico e il rischio di assembramento;
  • si dovrà porre in atto ogni misura organizzativa finalizzata alla prevenzione di assembramenti di persone, sia che siano studenti che personale della scuola, negli spazi scolastici comuni (corridoi, spazi comuni, bagni, sala insegnanti, etc.);
  • dovrà essere ridotta al minimo la presenza di genitori o loro delegati nei locali della scuola se non strettamente necessari (es. entrata /uscita scuola dell’infanzia);
  • dovrà essere limitato l’utilizzo dei locali della scuola esclusivamente alla realizzazione di attività didattiche.

In merito già il Miur aveva pensato a un orario di ingresso scaglionato per esempio di 15 minuti. Gli spazi interni dovranno essere riorganizzati e pertanto i banchi dovranno essere a una distanza di almeno un metro.

Occorrerà indossare la mascherina e tutti dovranno adottare delle misure igieniche adeguate. Gli spazi scolastici, già prima del rientro a settembre, dovranno essere sanificati.

La pulizia dei locali sarà quotidiana e dei dispenser di disinfettante dovranno essere posti in più punti della scuola. Le linee guida del Cts poi, si soffermano anche sulla scuola dell’infanzia e i bambini che dovranno rientrare a settembre e per i quali il mantenimento del distanziamento fisico risulta più difficile.

Scuola a settembre: le linee guida per i più piccoli

Nel documento del Comitato c’è anche come sarà la scuola a settembre per i più piccoli con delle specifiche linee guida per l’infanzia. Partiamo con il dire che per i bambini al di sotto dei sei anni non vi sarà l’obbligo di indossare la mascherina. Pertanto specifica il Cts:

“Non essendo sempre possibile garantire il distanziamento fisico dall’alunno, potrà essere previsto per il personale l’utilizzo di ulteriori dispositivi (es. guanti in nitrile e dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose) oltre la consueta mascherina chirurgica.”

Essendo proprio evidenziata la difficoltà di garantire il distanziamento fisico tra bambini così piccoli il Cts prescrive:

  • a pulizia assidua delle superfici;
  • il lavaggio frequente delle mani;
  • criteri di riduzione del numero degli alunni contemporaneamente presenti in classe.

A tal proposito conclude il Comitato nelle linee guida per il rientro a scuola a settembre dei bambini di nido e infanzia:

“Relativamente alla numerosità del gruppo classe, trattandosi per caratteristiche evolutive e metodologie didattiche di un contesto dinamico, è opportuno prevedere un affollamento ulteriormente ridotto rispetto ai criteri applicati nel contesto di classi di ordine superiore.”

Alleghiamo di seguito il documento con le linee guida del Cts come riportato dal Miur.

Testo linee guida del Comitato tecnico scientifico per il rientro a scuola a settembre
Documento tecnico sull’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

Termina il 07/12/2020

Come passerai questo Natale?

611 voti

VOTA ORA