Romano Prodi: cosa fa oggi e quanto prende di pensione

Elisa Corpolongo

28/06/2021

21/07/2021 - 09:16

condividi

L’ex leader della sinistra, Romano Prodi, è pensionato per ben tre volte e già da qualche tempo: ecco cosa fa oggi e quanto prende di pensione.

Romano Prodi: cosa fa oggi e quanto prende di pensione

C’è chi si lamenta per il fatto che faticherà a percepirla e chi, d’altra parte, ne ha più di una. In questo scenario italiano, Romano Prodi ne ha ben tre: stiamo parlando della pensione.

Umorismo a parte, in effetti, c’è da dire che l’ex leader della sinistra percepisce a tutti gli effetti tre pensioni per i servizi resi alla comunità durante gli anni. In particolare, riceve sia la pensione da dirigente pubblico (Inpdap), sia quella da ex presidente della Commissione Europea, sia l’assegno da parlamentare dopo essere stato alla Camera dal 1996 al 2001 e dal 2006 al 2008.

Sotto la luce di queste curiosità, la domanda sul guadagno effettivo dell’ex leader della sinistra sorge pressoché spontanea: quanto prende Prodi di pensione? E in più, cosa fa ora?

Cosa fa oggi Romano Prodi

Romano Prodi non ha mai smesso di interessarsi di politica. L’ex leader della sinistra è stato un docente universitario di Economia e Politica Industriale all’Università di Bologna prima di diventare Ministro dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato nel Governo Andreotti IV.

Col suo trascorso come ministro, i due mandati come Presidente del Consiglio e la fondazione de L’Ulivo, tutte le varie collaborazioni e gli ulteriori incarichi di portanza e rilievo europei, è impensabile che un uomo così al di dentro del fare politico possa disinteressarsi al Paese dopo la pensione.

Quantunque sia stato definito più volte “il Professore delle sfide impossibili”, non perde comunque occasione di trascorrere del tempo con la propria famiglia, specialmente in estate, magari godendosi le colline fuori città.

C’è chi ha visto nella figura di Prodi un possibile nuovo presidente della repubblica. Ad ogni modo, l’ex leader della sinistra rimane per la prevalenza attivo e attento osservatore di tutto il panorama politico italiano odierno, non perdendo tempo a esprimersi su ogni vicenda italiana ed europea in corso.

Quanto prende di pensione

Come dirigente pubblico dell’Inpdap, ossia l’Istituto Nazionale Previdenza Dipendenti Pubblica Amministrazione, Prodi percepisce una pensione che supera già di per sé i 4.000 euro al mese.

Per quanto concerne, invece, la pensione come ex presidente della Commissione Europea, l’assegno è calcolato sulla base del 4,5% dello stipendio lordo percepito all’anno, moltiplicato per i 5 anni in cui ha ricoperto il mandato. In totale, si tratta di una cifra che si aggira intorno ai 5.000 euro al mese.

La terza pensione è quella che spetta a Prodi come parlamentare per i due mandati svolti ai quali si aggiunge una integrazione di contributi che il Professore ha versato negli anni per “rimpinguare il magro assegno” in modo da arrivare a cifra tonda.Infatti, grazie all’integrazione di contributi versata, Prodi arriva con il vitalizio da parlamentare a percepire una pensione che si aggira intorno a una cifra poco più alta di 2.800 euro al mese.

Perciò, facendo due conti, le entrate di Romano Prodi si aggirano sui 10.000 euro al mese totali soltanto per quanto concerne le pensioni, il ché significa una discreta somma all’anno pari a - sempre arrotondando - 120.000 euro.

Iscriviti a Money.it