Riunione Fed, le previsioni: quali novità su inflazione e stimoli?

Violetta Silvestri

16/06/2021

16/06/2021 - 10:55

condividi

La Federal Reserve sotto i riflettori: quali previsioni sulle attese decisioni della banca centrale USA? Cosa aspettarsi su tassi, politica monetaria, inflazione dalle parole di Powell.

Riunione Fed, le previsioni: quali novità su inflazione e stimoli?

Federal Reserve in primo piano: quali previsioni sulla riunione della banca centrale USA?

In attesa delle parole che il governatore Powell pronuncerà stasera nella conferenza stampa, si rincorrono aspettative ed analisi su come si evolverà - e forse cambierà la politica monetaria della banca centrale USA.

Con l’inflazione statunitense in aumento più rapidamente del previsto e l’economia in corsa, alcuni politici hanno iniziato a chiedersi se la Fed debba continuare a mantenere il suo tasso di interesse a breve termine di riferimento vicino allo zero e lasciare invariato un massiccio programma di acquisto messo in atto per arginare le ricadute economiche della pandemia.

Sarà tempo di tapering o di cambio di rotta? Le previsioni sulla riunione della Federal Reserve. Cosa aspettarsi dal meeting?

Riunione Fed: cosa aspettarsi su inflazione e tassi?

Piuttosto unanime, seppure con alcuni distinguo, è la convinzione di esperti e analisti che non ci sarà alcun cambiamento della politica Fed intrapresa finora.

Tradotto: ci sarà ancora un approccio accomodante dinanzi a segnali di ripresa incerti e incompleti. Ma quali saranno le novità o, comunque, le parole di Powell sull’inflazione?

La Fed dovrebbe aumentare le sue previsioni sui prezzi per quest’anno dopo le letture più calde del previsto questo mese e il mese scorso.

L’IPC di maggio è cresciuto del 5%. Gli economisti sono concentrati sulla previsione del 2023, poiché una maggiore inflazione in futuro potrebbe indurre la Fed a modificare anche le sue previsioni sui tassi di interesse.

La banca centrale, finora, ha affermato che l’aumento dell’inflazione è temporaneo e deriva da catene di approvvigionamento interrotte e domanda repressa.

La domanda, quindi, si sposta sui tassi di interesse: la Fed farà un rialzo nel 2023 o no? Per ora, le aspettative sono ancora di un atteggiamento attendista, senza decisioni importanti al riguardo.

Bloomberg suggerisce che secondo alcuni economisti è possibile che la Fed possa modificare il suo tasso di interesse sulle riserve in eccesso, attualmente dello 0,10%.

Ma una tale mossa sarebbe un aggiustamento tecnico che non ha implicazioni di politica monetaria. Piuttosto, sarebbe progettato per aiutare i responsabili politici a mantenere il loro tasso di riferimento sui fondi federali entro l’intervallo obiettivo.

Ci saranno parole sul tapering?

La conferenza stampa di Powell verrà passata al setaccio per analizzare anche il più minuto riferimento a un possibile tapering.

Quali sono le previsioni sulla riunione Fed per quanto riguarda questo aspetto?

Secondo le stime, il FOMC dovrebbe ripetere che continuerà il ritmo dell’acquisto di obbligazioni fino a quando non saranno stati compiuti «ulteriori progressi sostanziali» su occupazione e inflazione, sebbene saranno riconosciuti alcuni progressi.

Gli esperti di Bank America non si sbilanciano: “Sul taper, pensiamo che inizieranno a parlarne. Prevediamo che Powell ribadirà che manca ancora un po’ di tempo.”

Alcuni analisti si aspettano che la Fed riconosca almeno l’inizio di discussioni politiche che alla fine porteranno a un piano per ridurre prima i 120 miliardi di dollari mensili negli acquisti di obbligazioni a zero e poi iniziare ad aumentare i tassi di interesse.

C’è ancora incertezza su cosa aspettarsi: di certo nessun realistico cambiamento, ma forse un accenno a quando si potrà cominciare a ragionare sull’allentamento degli stimoli. Non dovrebbe ancora essere il tempo dei falchi.

Previsioni economiche: cosa aspettarsi dalla Fed

Il meeting sarà anche occasione di aggiornamenti sulle previsioni economiche.

Quanto saranno migliori le stime rispetto a marzo 2021? L’economia è in crescita del 6,5% quest’anno, l’inflazione di fondo è al 2,2% a fine anno e il tasso di disoccupazione in calo al 4,5%.

È quasi certo che i numeri dell’inflazione mostreranno un balzo significativo, che però non ci sarà per quanto riguarda i dati sulla crescita e sul mercato del lavoro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.