Risultato sondaggio: le misure decise da Conte sono soddisfacenti

I risultati del sondaggio proposto da Money.it vede un sostanziale equilibrio, con i lettori che reputano le scelte fatte dal premier Conte nell’ultimo DPCM in maniera soddisfacente che superano di poco chi invece è rimasto deluso.

Risultato sondaggio: le misure decise da Conte sono soddisfacenti

I risultati del sondaggio proposto da Money.it ai propri lettori, che ha visto in 24 ore la partecipazione di oltre 22.000 rispondenti, evidenzia come in merito all’ultimo DPCM firmato da Giuseppe Conte ci sia una sostanziale spaccatura nel giudizio, con i favorevoli alle misure prese da Palazzo Chigi per articolare la Fase 2 a partire dal 4 maggio che di poco superano chi invece si è professato scontento.

Con l’ormai consueta conferenza stampa Giuseppe Conte ha informato gli italiani come sarà strutturata la Fase 2, ovvero quella della “convivenza con il coronavirus” e della graduale ripartenza dopo il lockdown scattato lo scorso 10 marzo.

Una serie di misure che subito hanno suscitato più di un malumore, come da parte della CEI che con un duro comunicato ha protestato contro la scelta del governo di non dare il via libera alla celebrazioni delle funzioni religiose a eccezione dei funerali dopo però al massimo ci potranno essere 15 persone.

In generale l’accusa maggiore piovuta sul governo è quella di una eccessiva prudenza soprattutto per quanto riguarda la riapertura delle attività produttive, visto che per bar e ristoranti in pratica se ne riparlerà solo a giugno.

Una cautela necessaria e rivendicata dal premier Conte, visto che “la bussola che guida l’azione e le scelte del governo sono le valutazioni che hanno e devono continuare ad avere una base scientifica, è mio dovere attenermi a questa”.

Il risultato di questo sondaggio, che ricordiamo non ha valore scientifico ma solamente fortemente indicativo visto che non è realizzato a campione, ci fa capire come i lettori di Money.it siano quasi perfettamente divisi tra chi mette al primo posto il tenere sotto controllo la curva del contagio e chi, vista anche la crisi economica in atto, reputa necessaria una maggiore accelerazione nelle riaperture.

Un sondaggio sulle scelte di Conte per la Fase 2

Fin da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus in Italia, il governo ha sempre scelto di seguire le indicazioni dell’ISS e del Comitato Tecnico Scientifico. Con il passare delle settimane, sono state create poi diverse task force chiamate a occuparsi di specifici settori.

Se da una parte c’è quella parte del mondo economico in pratica fermo dallo scorso 10 marzo che freme per poter tornare a essere operativo, dall’altra ci sono i pareri di medici e scienziati che continuano a predicare prudenza.

Di conseguenza il DPCM contenente le linee guida per la Fase 2 ha cercato di tenere conto delle esigenze delle imprese e dei cittadini, senza però non abbandonare quella strada della cautela finora sempre imboccata da Palazzo Chigi.

Occorrono buon senso e coraggio, bisogna fidarsi degli italiani e farli tornare a sperare, guadagnare, camminare, lavorare, sognare” ha attaccato Matteo Salvini, accusando Giuseppe Conte di mancanza di “coraggio e certezze”.

Durante la sua conferenza, il premier invece aveva spiegato come “dobbiamo essere coscienti che la curva di contagio potrà risalire, il rischio c’è e dobbiamo affrontarlo con rigore”, giustificando così le riaperture scaglionate e l’allentamento solo parziale del distanziamento sociale.

Per Conte il discorso alla base è sempre lo stesso, un passo troppo azzardato potrebbe vanificare tutti gli sforzi fatti dagli italiani finora, mentre per il centrodestra c’è l’urgenza di accelerare.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Sondaggi

Condividi questo post:

3 commenti

foto profilo

ekkekkakkio • 2 mesi fa

qualunque fosse stata la sua scelta, metà della popolazione sarebbe stata scontenta...se ragioniamo con una certa logica stiamo facendo molto meglio degli altri paesi e questo mi rassicura..molti ci hanno presi come esempio, alcuni di questi hanno cambiato metodi prendendo diverse iniziative ma molti si sono dovuti ricredere sulle loro scelte....il mio voto all’operato di questo governo da 1 a 10 è 9....ovviamente potremmo essere tutti più liberi se mostrassimo buon senso ma non tutti ragionano purtroppo e a tanti conviene pure continuare a speculare in certe situazioni...

foto profilo

anto75 • 2 mesi fa

NO!! APRE TROPPO PRESTO così l’app immuni ed il braccialetto diventeranno obbligatori dopo la seconda ondata che causano loro e l’incoscienza degli italiani

foto profilo

MAURO • 2 mesi fa

Buongiorno , non riesco a capire come si possa mantenere chiusi barbieri, parrucchieri ed altre attività economiche dopo due mesi .
Il tutto correlato al fatto che lo Stato fa chiudere le attività ( forse anche necessarie le misure inizialmente ) , ma oggi dopo non aver dato un solo Euro , aggrava la situazione mantenendo chiuso anche chi potrebbe lavorare organizzandosi in sicurezza.
Quando uno stato come il nostro dimostra di non avere un solo Euro ......... allora APRI , non mi uccide le attività ,

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories