Riserva dello Zingaro in fiamme: l’incendio ha distrutto un luogo simbolo della Sicilia

La riserva dello Zingaro, in Sicilia, è stata completamente distrutta da un incendio. Secondo il sindaco le fiamme sono di origine dolosa, appiccate da dei criminali.

Riserva dello Zingaro in fiamme: l'incendio ha distrutto un luogo simbolo della Sicilia

La riserva dello Zingaro, situata nei comuni di Castellammare del Golfo e San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani in Sicilia è stata completamente distrutta dalle fiamme, l’incendio ha infatti devastato una delle zone simbolo dell’isola, meta di moltissimi turisti. Online sono diventate virali le immagini della zona completamente avvolta da uno degli incendi scoppiati in Sicilia negli ultimi giorni.

La riserva dello Zingaro era già stata distrutta da un precedente incendio nel 2012, e anche oggi, come fa sapere il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino è totalmente bruciata, “ad eccezione di un piccolo spicchio dal lato di Castellammare del Golfo”. Con molta probabilità si tratta di un incendio appiccato da qualche piromane.

Riserva dello Zingaro distrutta dagli incendi

La riserva dello Zingaro è stata completamente distrutta da alcuni incedi, probabilmente di origine dolosa, fa sapere Pereino. L’intera area, considerata una zona protetta, era gestita dall’Azienda Regionale Foreste Demaniali della Regione Sicilia, ed ogni anno era in grado di attirare turisti da tutto il mondo per la bellezza delle acque e delle zone circostanti. Secondo il sindaco le fiamme sono state appiccate da dei criminali, Pereino ha dichiarato che: “È stato un fronte di fuoco troppo grande, fatto in maniera scientifica per far sì che con il vento si estendesse il più possibile. Una mano criminale ha agito ancora una volta sul nostro territorio che è stato letteralmente assediato dal fuoco”.

Nonostante sul posto siano intervenuti anche i Canadair l’incendio ha completamente devastato l’intera riserva, il lavoro dei vigili del fuoco infatti è stato complicato dal forte vento con cui le fiamme hanno potuto espandersi molto velocemente.

La situazione incendi in Sicilia

In Sicilia, proprio come a Roma, numerosi roghi stanno bruciando diverse aree dell’Isola, aggravati dal caldo e dal vento. Nel palermitano un altro incendio ha costretto 400 persone ad evacuare la zona di Altofonte. Anche in questo caso si sospetta che l’origine delle fiamme sia doloso. L’incendio ha interessato una parte di collina molto vicino al centro abitato, tanto che nel corso della notte la sindaca del paese ha rivolto diverse esortazioni ai cittadini, intimandoli di allontanarsi immediatamente dalla zona, in quando vi era il rischio che le fiamme e le ceneri incandescenti potessero causare dei roghi anche nel centro abitato.

Anche per il Governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, le fiamme hanno avuto un’origine dolosa, poiché i roghi sono “stati appiccati da criminali che hanno fatto partire le fiamme in sei punti diversi e a favore del vento. Un atto violento che sta pagando una intera popolazione”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories