Risarcimento tre mesi affitto per tutte le imprese in crisi, parola di Gualtieri

Ogni attività in crisi che abbia registrato un calo di fatturato riceverà dallo Stato un risarcimento per tre mensilità d’affitto. Parola del ministro Gualtieri.

Risarcimento tre mesi affitto per tutte le imprese in crisi, parola di Gualtieri

Ristoro, ovvero risarcimento, per tre mensilità di affitto per tutte le imprese in crisi che abbiano registrato un calo di fatturato. Ne ha parlato il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri oggi alla Camera.

La misura a sostegno delle imprese schiacciate dal peso del lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19 dovrebbe essere inserita nel prossimo decreto (il cosiddetto “decreto aprile”, che oggi è più opportuno chiamare “decreto maggio”).

Così ha parlato Gualtieri: si prevede “un ristoro integrale del costo sopportato per tre mesi per l’affitto di tutte le imprese, di qualsiasi natura e dimensioni, che abbiano subito un calo del fatturato”. Tale misura, stando alle dichiarazioni, verrà accompagnata dall’eliminazione degli oneri fissi per le bollette.

Rimborso tre mesi di affitto per le imprese in crisi

Così il Governo si rivolge direttamente alle imprese, promettendo l’inserimento nell’imminente decreto di una misura volta al ristoro di tre mensilità d’affitto per tutte quelle attività in crisi che possono provare un calo di fatturato dall’inizio del lockdown. Questa sarà cumulabile con gli altri sostegni diretti alle imprese, specifica il ministro.

Come verrà erogato il rimborso?
Attraverso «un contributo diretto a fondo perduto che intendiamo modulare e che raggiungerà cifre significativamente maggiori di quelle di altri Paesi, perché sarà modulato alla perdita di fatturato, un minimo per tutte le imprese con possibilità di arrivare anche a cifre più consistenti», spiega Gualtieri.

Quando arriverà il ristoro dei tre mesi di affitto alle imprese?

«L’obiettivo è questa settimana, io spero già nella metà di questa settimana di poter varare questo decreto e realizzare queste ulteriori misure così importanti e urgenti», ha dichiarato il ministro alla Camera nel corso della sua audizione odierna, aggiungendo che «è saggio per non ritrovarci nella situazione di prendere misure che poi non rientrano nel nuovo Temporary framework o di non usare a fondo gli spazi».

Ad anticipare tale novità era stata due giorni fa Laura Castelli, viceministro dell’Economia, in occasione di un collegamento con l’Associazione nazionale dei tributaristiche. Ella ha specificato che l’aiuto sarà rivolto a tutte le attività, non solo ai negozi e che si tratterà di un credito vantabile dalle imprese e cedibili al sistema bancario.

Governo prevede anche l’eliminazione degli oneri fissi sulle bollette

Oltre al ristoro delle suddette tre mensilità di affitto dei locali delle attività compite dal coronavirus, Gualtieri ha inoltre specificato che si va verso “l’eliminazione degli oneri fissi per le bollette”.

Il ministro, tuttavia, precisa che “sarà impossibile assorbire l’intera perdita di fatturato, non avviene in nessuna parte de mondo”. Tuttavia, si tratta di un passo avanti verso la concretezza, con l’implementazione di aiuti utili alle imprese per salvarsi dal fallimento dovuto alla crisi economica che sta già impattando sull’Italia e il mondo intero.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories