Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: scadenze, requisiti e come funziona

Luna Luciano

3 Aprile 2022 - 15:40

condividi

L’Inps erogherà 1275 contributi, dal valore massimo di 1.800 euro mensili, per il ricovero nelle Rsa di pazienti non autosufficienti. Ecco cosa prevede il bando.

Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: scadenze, requisiti e come funziona

Saranno ben 1275 i contributi per il ricovero nelle Rsa (residenze sanitarie assistenziali) per 36 mesi, finalizzato alla copertura (totale o parziale) del costo sostenuto da soggetti con patologie che richiedono cure di lungo periodo, e che al momento possono essere già ricoverati a pagamento presso Residenze sanitarie assistenziali.

È questo ciò che si apprende nel dettagliato bando di concorso dell’InpsLong Term Care – LTC 2022”. Questi contributi non saranno però previsti per gli ospiti di Rsa parzialmente autosufficienti che necessitano di un’assistenza medica non continua nel tempo. L’Inps ha quindi previsto 1275 contributi, la cui misura massima sarà di 1.800 euro mensili. Un’opportunità per poter provvedere alle spese e prendersi cura dei propri cari.

Prima di affrettarsi a fare domanda sul portale dell’Inps è opportuno leggere attentamente il bando per capire come funziona, quali siano le scadenze e i requisiti. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: come funziona e chi ne ha diritto

Prima di vedere come fare la domanda, è importante capire come funziona il bando, chi ne ha diritto, e quali sono le informazioni generali. L’Insp, stando al bando c.d. Long Term Care, erogherà 1275 contributi e saranno così suddivisi:

  • 1275 saranno a carico della Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • 18 saranno carico della Gestione speciale di previdenza Gruppo Poste Italiane S.p.A.

Il bando prevede che l’erogazione sia a favore di soggetti non autosufficienti, affetti quindi da patologie che necessitano di cure continuative di lungo periodo, ricoverati in Rsa, per 36 mesi: dal 1° luglio 2022 fino al 30 giugno 2025. Il contributo avrà una massima di 1.800 euro mensili.

Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: come fare la domanda

Per poter beneficiare del contributo per il ricovero in una Rsa, la domanda di partecipazione al concorso Long Term Care deve essere presentata direttamente dal beneficiario - oppure dal soggetto delegato - esclusivamente per via telematica all’Inps.

La domanda può essere presentata in 3 modalità, la prima prevede l’utilizzo del servizio “Domande Welfare in un click”:

  • bisogna accedere all’area riservata MyINPS, digitare nel motore di ricerca “Domande Welfare in un click”, tramite le credenziali SPID, CIE o CNS (“Delega Spid su Spid”).
  • cliccare sulla voce di menu: “Scelta prestazione”;
  • selezionare la prestazione “Long Term Care”
  • seguire le indicazioni per la presentazione della domanda.

Le altre 2 modalità per presentare la domanda sono le seguenti:

  • tramite Contact center, al numero gratuito 803 164 (da rete fissa) o al numero a pagamento 06 164 164 (da telefono cellulare), sempre utilizzando le credenziali personali;
  • tramite Patronato, inserendo il protocollo della DSU o segnalare la mancata presentazione di DSU e indicare gli estremi del verbale che certifica lo stato di invalidità.

La domanda genererà un numero di protocollo che bisogna segnarsi e ricordarlo; in quanto per ragioni di tutela dei dati personali, sarà questo numero l’elemento identificativo nella pubblicazione delle graduatorie.

Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: scadenze

Dopo aver scelto la modalità in cui presentare la domanda, bisogna non dimenticarsi delle scadenze.

Sarà possibile presentare la domanda dalle ore 12.00 del 1°aprile 2022 alle ore 12.00 del 30 aprile 2022. Solitamente i tempi di lavorazione della pratica da parte dell’Inps sono di circa 30 giorni.

Ricoveri in Rsa gratuiti, bando Inps 2022: requisiti

Per poter presentare la domanda, come requisito è necessario l’Isee socio-sanitario residenziale riferito al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario o l’Isee minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

Infatti, è proprio dal valore dell’Isee che dipenderanno:

  • il posizionamento in graduatoria
  • l’ammontare del contributo
  • il beneficiario
  • l’ambito Territoriale.

Per ulteriori informazioni si rimanda al dettagliato e accorto bando dove saranno specificate ulteriori caratteristiche in merito.

Bando Inps
Il bando pubblico dell’Inps per il ricovero in Rsa

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it