Renzi, busta con proiettili in Senato: solidarietà dalla politica

Mario D’Angelo

03/03/2021

03/03/2021 - 18:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Busta con bossoli di proiettile recapitata all’ufficio di Matteo Renzi in Senato.

Renzi, busta con proiettili in Senato: solidarietà dalla politica

Busta con due bossoli di proiettile per Matteo Renzi in Senato. È quanto si apprende dalle agenzie di stampa che hanno diffuso la notizia. Immediata la solidarietà della politica, dalla presidente di Palazzo Madama Elisabetta Casellati al segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti. Ultimamente, il senatore di Rignano sull’Arno ha spesso parlato di “odio” nei suoi confronti.

Busta con proiettili per Renzi in Senato

Questa mattina è stato fatto recapitare, presso l’ufficio di Matteo Renzi in Senato, una busta con due bossoli di proiettile. In seguito, il leader di IV ha ricevuto una telefonata della presidente Casellati, che gli ha espresso la propria solidarietà.

“Grande solidarietà” è arrivata anche dal capogruppo al Senato del PD, Andrea Marcucci, che ha aggiunto: “L’odio deve essere totalmente bandito dal linguaggio della politica”.

Solidarietà e un abbraccio a Matteo Renzi”, ha twittato il segretario dem Zingaretti.

Da Italia Viva è arrivato il sostegno di Davide Faraone, che con un post su Facebook ha parlato del “clima d’odio creatosi in questi ultimi giorni attorno a Matteo Renzi”, che “dimostra il livello d’imbarbarimento del confronto politico e del dibattito pubblico raggiunto in Italia”.

Il clima d’odio creatosi in questi ultimi giorni attorno a Matteo Renzi dimostra il livello d’imbarbarimento del...

Posted by Davide Faraone on Wednesday, March 3, 2021

Per l’ex ministra dell’Agricoltura - ora viceministra delle Infrastrutture - Teresa Bellanova quella a Renzi è “una minaccia spaventosa”. “È il momento di dire basta a questa politica intrisa di violenza e odio. Matteo, siamo al tuo fianco, con forza e orgoglio. Non ci faremo intimidire”, ha aggiunto Bellanova.

Renzi, l’accusa della fidanzata di Khashoggi

Proprio oggi, la fidanzata del giornalista Jamal Khashoggi, il cui assassinio la CIA riconduce alle più alte sfere del regime saudita, aveva dichiarato a proposito di Renzi: “Non è possibile essere ben informati sull’Arabia Saudita e allo stesso tempo sostenere che il principe ereditario Mohammed bin Salman sia un riformatore”.

Hatice Cengiz ha detto di non capire perché l’ex premier italiano “lo abbia fatto. Forse deve cercare di capire meglio la realtà della situazione in Arabia Saudita e cosa bin Salman ha fatto a Jamal”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories