Recordati: puntare al rialzo sul titolo a maggio? La risposta dall’analisi stagionale e tecnica

Analizziamo la stagionalità sul titolo Recordati e le evidenze statistiche quantitative. Puntare al rialzo in previsione del trend ciclico di breve periodo evidenziato dalla tendenza storica del mese di maggio?

Recordati: puntare al rialzo sul titolo a maggio? La risposta dall'analisi stagionale e tecnica

Recordati è un gruppo farmaceutico italiano di rilevanza internazionale fondato nel 1926 e quotato alla borsa di Milano dal 1984 dove è presente nell’indice FTSE MIB.

Dopo un 2017 stellare per le azioni Recordati, che hanno chiuso l’anno con una performance di circa il +35% dopo aver toccato nuovi massimi storici, l’anno 2018 ha visto un’inversione di tendenza, segnando un deciso ribasso di circa il -20%.

Approfondiamo l’analisi statistico-stagionale sul titolo Recordati per capire quale è il suo comportamento usuale all’interno dell’anno solare, sottolineandone il comportamento statistico nel mese di maggio.

Recordati, le evidenze sulla stagionalità

Il grafico seguente “REC.MI – Equity line investendo al rialzo nel mese di Maggio” replica l’andamento del portafoglio di un investitore che ha comprato Recordati ad inizio maggio e lo ha poi rivenduto alla fine del mese, ogni Maggio dal 2000 ad oggi.


Fonte: ForecastCycles

Le evidenze che emergono dal grafico stagionale di Recordati sono molto interessanti. Dalla equity line possiamo vedere come ci si aspetti una salita abbastanza decisa e marcata per tutto il periodo che va dai primi di maggio a fine maggio.

Approfondimento statistico

A sostegno della stagionalità vista sopra, approfondiamo il mese di maggio con altre evidenze statistiche quantitative.

Il mese di maggio, da un punto di vista di performance mensili del titolo (prezzo di apertura su prezzo di chiusura del mese) è, insieme ad aprile, tra i due migliori mesi dell’anno.

Guardando tutta la storia del titolo (dal 2001) REC.MI ha registrato a maggio mediamente il +6%, mentre una performance media negli del +7% negli ultimi 5 anni (considerando anche le volte in cui ha chiuso maggio in negativo).


Fonte: ForecastCycles

Anche la percentuale di positività del mese di maggio è ottima (grafico sopra), infatti Recordati ha chiuso maggio in rialzo con le seguenti frequenze: considerando tutta la storia l’88% delle volte (15 volte su 17) e negli ultimi 5 anni nell’80% dei casi (4 volte su 5).

Analisi tecnica a supporto delle evidenze statistico stagionali

Da un punto di vista puramente grafico, analizzando il titolo non si può non notare la repentina salita negli ultimi 5 anni dai livelli di 8 euro fino ai max poco sopra i 40 fatti registrare verso fine 2017.

Da li il prezzo ha avuto una flessione abbastanza importante che l’ha portato a disegnare un doppio minimo di breve in zona 27,50.
Doppio minimo che ha un piccolo particolare, un falso breakout con l’intendo di mandare in stop chi ha provato i primi long sulla decisa discesa su quei livelli.
Come possiamo vedere dall’immagine seguente, possiamo far partire una piccola trendline proprio da questo doppio minimo che insieme al livello di prima resistenza in zona 31,50 disegnano un chiaro triangolo di compressione.

L’eventuale rottura al rialzo potrebbe avvalorare ancora di più la tesi statistica di rialzo in questo mese che abbiamo visto esser molto forte storicamente in questo periodo dell’anno sul titolo in esame

Conclusioni

Recordati è sicuramente un titolo da tenere nella propria watchlist per svariati motivi.
È un’azienda sana (la salita di questi anni lo dimostra), leader nel settore farmaceutico in italia e solida da un punto di vista fondamentale.

La discesa avvenuta nel corso di questo primo semestre del 2018 potrebbe rappresentare un’ottima zona di prezzo in cui detenere il titolo in portafoglio.
Da un punto di vista grafico abbiamo già avuto i primi segnali rialzisti, in attesa di conferma nel mese di maggio.

Da un punto di vista puramente statistico come visto ci troviamo nella fase annuale storicamente più forte e profittevole su questo titolo e visto che nella prima ottava di Maggio il titolo segna una performance leggermente negativa direi che un alert sui livelli sopra citati sia d’obbligo

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Recordati

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.