Rating. Moody’s declassa l’Italia. Con Baa2 a un passo dal livello spazzatura

Moody’s annuncia il declassamento del rating sui titoli di Stato italiano: da Baa3 si passa a Baa2

Rating. Moody's declassa l'Italia. Con Baa2 a un passo dal livello spazzatura

Il “cambio concreto della strategia di bilancio, con un deficit significativamente più elevato rispetto alle attese” crea perplessità e non piace a Moody’s.

L’agenzia statunitense annuncia il taglio del rating sui titoli di Stato dell’Italia: da Baa3 lo declassa a Baa2, riportando l’outlook a stabile. Soltanto un gradino più alto del livello Junk, ovvero il livello spazzatura.

La manovra del governo non convince Moody’s

Alla base della decisione, spiegano dall’agenzia di rating Moody’s, c’è la

“mancanza di una coerente agenda di riforme per la crescita” e una conseguente “crescita debole nel medio termine.”

Moody’s è convinta che il debito non calerà concretamente nei prossimi anni, rimanendo stabile attorno al 130% del Pil, nonostante la visione rosea del governo italiano.

Su una eventuale uscita dell’Italia dall’euro, Moody’s parla di “possibilità molto bassa”, ma non lo esclude del tutto. Potrebbe arrivare se le tensioni fra il governo italiano e le autorità europee sulla manovra e sugli impegni sui vincoli bilancio dovessero subire un’‘ulteriore escalation’.

Era stata un’altra agenzia di rating, Fitch, a declassare l’outlook dell’Italia, ora la parola passa a S&P che si pronuncerà nei prossimi giorni.

Immediata la reazione di Palazzo Chigi, dalla sede del Governo commentano: “tutto come previsto”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Rating

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.