Quanto guadagna (veramente) Mino Raiola? Il patrimonio personale del procuratore

7 Giugno 2021 - 08:47

7 Giugno 2021 - 22:11

condividi

Mino Raiola da anni è uno dei grandi protagonisti del calciomercato: i guadagni e il patrimonio personale del potente procuratore, autentico deus ex machina di tanti trasferimenti milionari?

Quanto guadagna (veramente) Mino Raiola? Il patrimonio personale del procuratore

Come è riuscito Mino Raiola, un ex cameriere nato a Nocera Inferiore poi emigrato in tenera età insieme alla famiglia in Olanda, a diventare uno degli uomini più potenti del calcio mondiale?

Basta guardare il patrimonio personale stimato per capire come questo procuratore sportivo, partendo praticamente dal nulla, sia riuscito a costruire un autentico impero. Tutto inizia nel 1992, quando diventato un mediatore dopo aver appeso rapidamente gli scarpini al chiodo porta Bryan Roy al Foggia.

L’anno successivo, è la volta del doppio trasferimento di Dennis Bergkamp e Wim Jonk dall’Ajax all’Inter, un affare che all’epoca fece molto discutere visti i 18 miliardi di lire sborsati dall’allora presidente Ernesto Pellegrini per portare a Milano i due olandesi.

Da quel momento la carriera di Raiola è un’ascesa continua, grazie alla procura di campioni come Zlatan Ibrahimovic, Robinho, Paul Pogba, Mario Balotelli, Kostas Manolas, Matthijs de Ligt e, per ultimo, Gigio Donnarumma.

Ma quanto guadagna Mino Raiola? Una domanda questa che si sarebbe posto secondo Il Fatto Quotidiano anche il Fisco olandese, che avrebbe effettuato in passato alcuni accertamenti sulle operazioni del potente procuratore calcistico.

Quanto guadagna Mino Raiola?

Nel panorama calcistico sempre con più frequenza ci si sta interrogando sul limitare il potere dei procuratori. Senza scomodare i grandi nomi del settore come Jorge Mendes o appunto Mino Raiola, anche quelli che agiscono gestendo giocatori non di primo piano possono influenzare spesso le scelte di una società.

Soprattutto quando oltre che calciatori nella propria scuderia si curano anche gli interessi di allenatori, spesso si vengono a creare dei circoli viziosi con aspetti anche illeciti come dimostrato in Italia dall’inchiesta di Calciopoli.

Questo perché con il tempo i procuratori hanno raggiunto la forza di poter imporre a un club l’acquisto di un ragazzo invece che di un altro, diventando così sempre più spregiudicati nel loro lavoro.

Assieme al potere sono aumentati di conseguenza anche i guadagni. Un procuratore di norma incassa una parte dell’ingaggio del proprio assistito, ma negli ultimi tempi aumentano sempre più delle apposite commissioni inserite nei contratti.

Tra gli agenti più famosi e influenti c’è sicuramente Mino Raiola. Nella sua scuderia ci sono campioni come Zlatan Ibrahimovic, Paul Pobga, Mario Balotelli, Romelu Lukaku, Henrikh Mkhitarian, Matthijs de Ligt e Kostas Manolas, ma anche grandi promesse come Gigio Donnarumma e Moise Kean.

Tanti trasferimenti miliardari che, a settembre del 2017, si è calcolato abbiano movimentato uno spostamento in totale di 437 milioni. Di questa cifra monstre che potrebbe rappresentare l’entità di una manovra Finanziaria di un piccolo paese, nelle tasche di Raiola sono finiti la bellezza di 43 milioni.

Secondo il libro di Football Leaks, nel passaggio durante l’estate del 2016 di Paul Pogba dalla Juventus allo United, Mino Raiola grazie a due accordi distinti con i club in totale avrebbe incassato la bellezza di 49 milioni.

Anche di recente però il procuratore ha messo a segno ottime e redditizie operazioni di calciomercato. Ultima in ordine di tempo è quella di Matthijs de Ligt, con la Juventus che gli avrebbe garantito una commissione da 10 milioni per l’acquisto del forte difensore dall’Ajax.

Un’altra sostanziosa commissione è ora in arrivo grazie a Gigio Donnarumma, visto che il numero uno della Nazionale è prossimo allo svincolo dopo aver rifiutato l’offerta di rinnovo messa sul piatto dal Milan.

Nel 2019, grazie soprattutto ai trasferimenti di Matthijs de Ligt e Kostas Manolas, Mino Raiola avrebbe incassato in totale 62,89 milioni. Per Forbes il suo fatturato è di 84,7 milioni di dollari, gestendo un parco calciatori valutato 616 milioni.

L’indagine del Fisco

Le ricche commissioni incassate da Raiola in questi anni hanno spesso conquistati i titoli dei giornali ma, nell’ultimo periodo, hanno attirato anche le attenzioni del Fisco olandese che, secondo Il Fatto Quotidiano, starebbe facendo degli accertamenti per capire se i pagamenti ricevuti siano rispettosi dal punto di vista fiscale della tipologia di lavoro realmente svolto.

Le indagini degli inquirenti di Amsterdam riguarderebbero l’operato del procuratore di origini italiane nel quadriennio 2014-2017. Sotto osservazione comunque ci sarebbero le operazioni effettuate anche da altri agenti.

Mino Raiola è nato in Italia ma è cresciuto in Olanda dove si è trasferito all’età di un anno. La sua attuale residenza fiscale è però nel Principato di Monaco, con il procuratore che quindi si è dichiarato poco preoccupato dalla vicenda visto che in patria non avrebbe alcuna società.

Iscriviti a Money.it