Prima casa, stop ai pignoramenti per tutto il 2020 col decreto Ristori

Stop ai pignoramenti sulla prima casa fino al 31 dicembre 2020: lo stabilisce il decreto Ristori, che va a prolungare la misura già presente (ma scaduta) nel decreto Cura Italia.

Prima casa, stop ai pignoramenti per tutto il 2020 col decreto Ristori

Prima casa, il decreto Ristori sospende le attività di pignoramento per tutto il 2020. L’attività di riscossione riprenderà, a meno che non ci siano ulteriori proroghe in futuri provvedimenti, a partire dal 1° gennaio 2021.

La novità è contenuta nell’articolo 4 del decreto Ristori, approvato col Consiglio dei Ministri del 27 ottobre e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il giorno successivo.

Il decreto Ristori è il provvedimento che contiene le misure economiche a favore di quelle attività interessate dalle nuove restrizioni adottate dal Governo e in vigore fino al prossimo 24 novembre.

Il provvedimento però, con la sospensione dei pignoramenti sulla prima casa, tende una mano non solo alle imprese e alle partite IVA, ma anche al singolo contribuente e debitore.

Prima casa, stop ai pignoramenti per tutto il 2020 col DL Ristori

Una buona notizia per i contribuenti a rischio pignoramento: le attività della riscossione nei confronti della prima casa sono sospese fino al 31 dicembre 2020.

È l’articolo 4 del decreto Ristori, approdato in Gazzetta Ufficiale il 28 ottobre, a contenere dettagli e novità. Ecco il testo dell’articolo:

“All’articolo 54-ter, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, le parole «per la durata di sei mesi a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto» sono sostituite dalle seguenti «fino al 31 dicembre 2020». È inefficace ogni procedura esecutiva per il pignoramento immobiliare, di cui all’articolo 555 del codice di procedura civile, che abbia ad oggetto l’abitazione principale del debitore, effettuata dal 25 ottobre 2020 alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.”

Prima casa, stop ai pignoramenti fino al 31 dicembre 2020: novità decreto Ristori

Il decreto Ristori interviene in materia di pignoramenti immobiliari sulla prima casa andando a prorogare una misura inizialmente introdotta dal decreto Cura Italia.

Il Cura Italia è stato il primo decreto contenente bonus e agevolazioni per contrastare la crisi economica messa in moto dallo scoppiare della pandemia. Lo stop ai pignoramenti è dunque una misura risalente a marzo, confermata poi dal Parlamento in sede di conversione in legge ad aprile.

Era stato stabilito che la sospensione dei pignoramenti sulla prima casa sarebbe durata sei mesi dall’entrata in vigore della legge di conversione in legge del Cura Italia, quindi dal 24 aprile: la misura quindi era scaduta lo scorso 25 ottobre.

Il decreto Ristori colma il vuoto lasciato dal Cura Italia e proroga tale sospensione per tutto il 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories