Il petrolio prende la rincorsa: tutti i motivi dell’ottimismo

Violetta Silvestri

29 Aprile 2021 - 10:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Prezzo del petrolio in crescita e scenario positivo per il greggio: cosa sta succedendo? L’oro nero crede nella ripresa e in segnali di ottimismo.

Il petrolio prende la rincorsa: tutti i motivi dell'ottimismo

Il petrolio estende i guadagni e riprende lo slancio.

Dopo aver chiuso ai massimi di sei settimane, il greggio continua ad avanzare, con i segnali di rafforzamento della domanda nei mercati chiave che compensano le preoccupazioni sui contagi in alcuni zone del mondo, India in primis.

Le quotazioni Brent e WTI sono in rialzo stamane, rispettivamente dello 0,73% e dello 0,70% alle ore 10.15.

Per il prezzo del petrolio è tornato il vento favorevole? I motivi dell’ottimismo, pur sempre cauto.

Perché il petrolio torna a sperare

Il petrolio sta beneficiando di una serie di dati e previsioni incoraggianti.

L’indicatore della domanda di prodotti petroliferi statunitensi è aumentato la scorsa settimana al massimo in più di due mesi, mentre le scorte di distillati, una categoria che include il diesel, sono diminuite di più dall’inizio di marzo.

Inoltre, la richiesta di carburante potrebbe ricevere un altro impulso con la Cina che potrebbe vedere la mobilità salire a livelli record.

La ripresa del mercato del greggio sta lasciando effetti anche sulle grandi compagnie petrolifere.

L’utile di Royal Dutch Shell è cresciuto più del previsto nel primo trimestre, mentre anche Total ha segnato un buon inizio d’anno. Alcuni produttori statunitensi stanno anche ripristinando i dividendi mentre si riprendono dal crollo causato dalla pandemia.

C’è stato anche un coro di voci rialziste sulle prospettive per il greggio questa settimana, inclusa una previsione di Goldman Sachs secondo cui la domanda di petrolio registrerà un balzo record nei prossimi sei mesi con l’accelerazione dei tassi di vaccinazione.

L’OPEC +, intanto, ha alzato le sue stime di crescita quest’anno, ma l’alleanza ha avvertito che un peggioramento della situazione del virus in India, Giappone e Brasile potrebbe far deragliare la ripresa.

Alle ore 10.30, i future Brent scambiano a 67,19 dollari al barile (+0,61%) e i contratti WTI a 64,23 dollari al barile (+0,58%).

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories