L’europeista Pierluigi Ciocca all’Economia: chi è il possibile ministro al posto di Savona?

Di nuovo in piedi il governo Lega-5 Stelle: la biografia di Pierluigi Ciocca, il possibile ministro dell’Economia con Paolo Savona spostato al Tesoro.

L'europeista Pierluigi Ciocca all'Economia: chi è il possibile ministro al posto di Savona?

Come avvenuto in pratica un mese fa, proprio quando il paese sembrava essere al bivio tra un governo tecnico e il ritorno immediato alle urne, torna in ballo un governo politico formato dalla Lega assieme al Movimento 5 Stelle.

Per superare la diffidenza del Quirinale è pronta questa soluzione: spacchettare il Ministero dell’Economia da quello del Tesoro, che andrebbe a Paolo Savona, mentre in via XX Settembre in pole position ci sarebbe Pierluigi Ciocca.

Vediamo allora la biografia di Pierluigi Ciocca, per conoscere meglio questo possibile ministro dell’Economia in parte molto diverso da Paolo Savona, le cui idee sull’Europa avevano provocato un irrigidimento da parte del Presidente Mattarella.

La biografia di Pierluigi Ciocca

Quella del Ministero dell’Economia è senza dubbio la poltrona che più scotta in questo momento. La figura di Pierluigi Ciocca avrebbe però in ogni modo lo spessore e l’esperienza necessaria per guidare il delicato dicastero.

Nato a Pescara il 17 ottobre del 1941, dopo aver conseguito la maturità classica avviene il trasferimento a Roma per proseguire gli studi, conseguendo la laurea in Giurisprudenza presso La Sapienza con una tesi in Scienza delle Finanze.

Oltre che alle leggi infatti Ciocca è interessato ai numeri, con gli studi post-laurea che infatti proseguiranno nella direzione del campo economico presso l’Istituto per gli studi e le ricerche economiche (ISRE).

Prima di convolare a nozze con Maria Campolunghi, docente di Diritto Privato e madre della loro figlia Nicoletta, Pierluigi Ciocca ha completato il suo percorso formativo con studi alla Fondazione Einaudi a Torino e al Balliol College dell’Università di Oxford.

Dal punto di vista lavorativo, nel 1967 entra in Banca d’Italia in qualità di economista al servizio studi nei settori econometrico, monetario, internazionale, strutturale. In via Nazionale poi Ciocca inizierà a ottenere incarichi sempre più di maggior prestigio, fino a ricoprire dal 1995 al 2006 il ruolo di vice direttore generale.

Un importante ruolo l’economista lo ha svolto anche nel delicato momento della creazione dell’Euro. A Bruxelles infatti è stato a partire dal 1995 membro per l’Italia del Comitato Monetario e del Comitato Economico e Finanziario.

In particolare ha lavorato assieme all’allora ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi al cambio lira-euro, portando a casa l’importante risultato di quotare 990 lire per marco come base di calcolo per l’euro.

Possibile ministro dell’Economia

Anche se accomunati da un egual curriculum di tutto rispetto e da una grande esperienza nel settore, la figura di Pierluigi Ciocca è molto diversa da quella di Paolo Savona. Sull’Europa infatti le posizioni dei due sono molto distanti.

Ciocca è senza dubbio un europeista, anche se non ha mai risparmiato critiche a Bruxelles, convinto che per l’Italia sarebbe più che dannoso abbandonare l’Euro visto anche il ruolo svolto nella creazione della moneta unica.

La proposta dell’ex vice direttore generale di Bankitalia, la cui nomina nel 2011 alla presidenza si dice sia stata stoppata da Silvio Berlusconi, come ministro dell’Economia è arrivata dall’area pentastellata.

Una figura quella di Ciocca che potrebbe essere indigesta a Matteo Salvini: oltre alle idee sull’Euro, l’economista è anche advisory board di Italianieuropei, la Fondazione di cultura politica presieduta da Massimo D’Alema.

Vedremo dunque se alla fine questo agognato governo Lega-Movimento 5 Stelle arriverà alla fumata bianca decisiva, con Pierluigi Ciocca che potrebbe essere l’uomo del compromesso con il Colle per guidare lo spinoso ministero dell’Economia.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Biografie

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.