Perché Apple non vuole l’USB Type-C su iPhone

La Commissione europea propone di adottare lo standard USB Type-C con un caricatore unico per tutti, ma Apple non ci sta: ecco perché è contraria alla porta su iPhone e iPad.

Perché Apple non vuole l'USB Type-C su iPhone

Un caricatore universale per tutti: è questa la proposta del Parlamento europeo che fa arrabbiare Apple, che dice no al connettore USB Type-C per tutti i modelli di iPhone e iPad. Ma perché Cupertino è contraria?

Della proposta fatta dalla Commissione europea in merito a un caricatore universale vi avevamo già parlato, non mancando di sottolineare come tale scelta danneggerebbe principalmente Apple rispetto alla concorrenza Android.

In particolare è iPhone a essere nell’occhio del ciclone: il melafonino infatti è uno dei pochi smartphone a non essere ancora in possesso del connettore USB Type-C, adottando persino sugli ultimi modelli (iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max) il connettore connettore Lightning). Ecco cosa ha risposto in merito il colosso di Cupertino.

Apple contraria al caricatore universale per iPhone e iPad

La nota di Apple arriva al Financial Times, dove la mela morsicata si dichiara profondamente contraria all’adottare (come obbligo) l’USB Type-C.

Benché Apple sia da sempre un’azienda molto attenta al green, e nonostante la proposta della Commissione europea sia rivolta alla riduzione dei cosiddetti rifiuti elettronici, l’opposizione a questa scelta sembra essere molto ferma. Il motivo? Per Apple significherebbe danneggiare l’innovazione e i consumatori in Europa.

Come spiegato nella nota diffusa “Riteniamo che le normative che forzano la conformità dei connettori costruiti negli smartphone vadano a soffocare l’innovazione anziché incoraggiarla. Inoltre, si danneggiano i consumatori in Europa e l’economia nel suo complesso. Speriamo che la Commissione continui a ricercare una soluzione che non restringa l’abilità dell’industria di innovare e presentare nuove ed eccitanti tecnologie ai consumatori”.

Perché Apple non vuole il connettore USB Type-C su iPhone

Insomma, un motivo rivolto al futuro della tecnologia che sembra però avere radici puramente commerciali: nel caso tale decisione dovesse essere approvata dal Parlamento Europeo, Apple si ritroverebbe forzata ad applicare l’USB Type-C (il sistema prescelto dall’UE e già adottato da diversi competitori) a tutti i prossimi iPhone e iPad (ma non solo) in commercio o, in alternativa, ai soli device destinati al mercato europeo.

Una scelta che andrebbe a condizionare decisamente il processo produttivo di Apple che, come sappiamo, non ama allinearsi alla concorrenza (spesso dilatando i tempi di arrivo di determinate feature rispetto alle rivali Samsung e Huawei).

La USB Type-C di iPhone 12 è vociferata da tempo ma non ci sono ovviamente certezze: per il momento tra i dispositivi dotati di questa porta abbiamo i portatili della linea MacBook Air e MacBook Pro e gli iPad Pro. Apple cambierà idea ed estenderà il formato anche su mobile, al di là della norma proposta dalla Commissione Europea?

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Apple

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.