Pensioni: per l’anticipo domande in scadenza il 1° marzo. Ecco per chi

Teresa Maddonni

16/02/2021

13/07/2021 - 12:54

condividi

Pensioni: per quella anticipata è possibile inviare le domande per la verifica dei requisiti entro il 1° marzo. Si tratta di Quota 41 per i lavoratori precoci. Vediamo nel dettaglio a chi si rivolge e come fare richiesta.

Pensioni: per l'anticipo domande in scadenza il 1° marzo. Ecco per chi

Per chi vuole andare in pensione in anticipo le domande sono in scadenza con il termine fissato al 1° marzo 2021. Si tratta delle pensioni con Quota 41 dei cosiddetti lavoratori precoci.

Chi può fare domanda? Quali sono in requisiti per accedere alla pensione con questa opzione?

Per andare in pensione con Quota 41, come dice la parola stessa, è necessario avere almeno 41 anni di contributi anche se questo requisito non basta perché è necessario aver iniziato a lavorare prima del compimento dei 19 anni di età.

Entro il 1° marzo per accedere alla pensione in anticipo con Quota 41 è necessario inviare a INPS la richiesta per la verifica dei requisiti.

Lo stesso lo ricordiamo vale per le pensioni con Ape sociale 2021, misura per la quale la domanda deve essere fatta entro il 31 marzo 2021.

Pensioni: domande per l’anticipo entro il 1° marzo

Per le pensioni di chi vuole andarci in anticipo le domande devono essere inviate a INPS per la verifica dei requisiti entro il 1° marzo.

Quota 41 è riservata a coloro che maturano 41 anni di contributi di cui 12 mesi versati nel periodo antecedente il compimento del 19esimo anno di età, i cosiddetti lavoratori precoci.

Quota 41 rientra così tra le varie opzioni possibili per andare in pensione nel 2021 ed è quindi riservata anche a coloro che hanno iniziato a lavorare prima del 1996, anno in cui si è passati dal sistema retributivo al contributivo.

Come da istruzioni INPS chi vuole accedere alla pensione in anticipo con Quota 41 deve fare domanda online all’Istituto entro il 1° marzo.

Si può fare domanda per accedere alla pensione con Quota 41 anche successivamente a quella data e comunque entro il 30 novembre, ma solo se sono sufficienti le risorse, così come accade anche per Ape sociale. Le fasi sono in verità due:

  • chi vuole accedere alla pensione con Quota 41 invia entro il 1° marzo la richiesta di verifica dei requisiti;
  • successivamente alla verifica da parte di INPS e qualora l’esito sia positivo si può inviare la domanda per accesso alla pensione in anticipo vera e propria.

Queste due fasi della domanda di pensione per l’anticipo con Quota 41 sono scandite secondo un calendario preciso di INPS:

  • entro il 30 giugno 2021 vanno presentate le domande a seguito della verifica inviata entro il 1° marzo;
  • per le domande di verifica dei requisiti inviate entro il 30 novembre la scadenza ultima per la domanda di pensione vera è propria è quella del 31 dicembre 2021.

La pensione, una volta accolta la domanda, decorre a 3 mesi dalla maturazione dei requisiti. La pensione con Quota 41 prevede infatti una finestra di 3 mesi.

La domanda per la pensione con Quota 41 può essere inviata a INPS:

  • online attraverso il servizio dedicato;
  • tramite Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • mediante enti di patronato e intermediari dell’Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Pensione in anticipo con Quota 41: requisiti

Chiarito che le domande per accedere alla pensione con Quota 41 vanno inviate entro il 1° marzo vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti.

Per Quota 41 non vi è requisito anagrafico, ma solo quello contributivo ovvero come abbiamo anticipato 41 anni di contributi versati di cui 12 mesi prima del compimento dei 19 anni di età. Bisogna pertanto essere lavoratori precoci.

Non solo, per andare in pensione nel 2021 con Quota 41 bisogna anche far parte di una delle seguenti categorie:

  • disoccupati che hanno smesso di percepire da almeno 3 mesi dell’indennità sostitutiva di disoccupazione;
  • invalidi con percentuale almeno del 74%;
  • caregiver;
  • lavoratori impegnati in mansioni usuranti.

Iscriviti a Money.it