Pensioni, al via da maggio i controlli 2021 dell’INPS: ecco per chi e chi è escluso

Teresa Maddonni

14 Maggio 2021 - 10:08

condividi

Pensioni: al via da maggio i controlli 2021 dall’INPS per i pensionati residenti all’estero al fine di accertare l’esistenza in vita. Vediamo per quali Paesi e chi è escluso.

Pensioni, al via da maggio i controlli 2021 dell'INPS: ecco per chi e chi è escluso

Pensioni: al via da maggio i controlli 2021 dell’INPS per l’accertamento dell’esistenza in vita dei pensionati all’estero.

Con il messaggio n. 1917 del 13 maggio 2021 INPS fornisce nuove istruzioni sui controlli necessari per il pagamento delle pensioni fornendo un nuovo calendario e spiegando anche chi è escluso dai controlli.

INPS ricorda nel messaggio come la pandemia abbia inciso profondamente sulle attività di controllo per le pensioni dei residenti all’estero e pertanto è stata concordata con Citibank NA, quale fornitore del servizio di pagamento degli assegni al di fuori del territorio nazionale, una nuova programmazione delle attività.

Nel messaggio INPS ricorda che in particolare per le pensioni dei residenti in Europa, Africa e Oceania, Citibank NA avrebbe dovuto inviare le richieste di attestazione dell’esistenza in vita a partire dal mese di gennaio 2021 e tali certificazioni sarebbero dovute pervenire alla banca entro la prima metà del mese di giugno 2021 come comunicato con il messaggio n. 3102/2020, ma successivamente, a causa dell’emergenza, è stato previsto un nuovo calendario con un differimento di quattro mesi dell’avvio dei controlli (messaggio n. 225/2021).

Nel nuovo messaggio INPS comunica che a causa della pandemia si è reso necessario, in accordo con la banca, una diversa articolazione delle aree geografiche rispetto alle precedenti verifiche e una differente tempistica per la presentazione delle attestazioni richieste per la prova dell’esistenza in vita di chi prende le pensioni all’estero per il 2021. INPS spiega anche chi è escluso.

Pensioni, al via da maggio i controlli 2021 dell’INPS

Per le pensioni di chi vive all’estero INPS comunica che i controlli 2021 partono dal mese di maggio per l’accertamento dell’esistenza in vita sulla base di quanto premesso.

Citibank provvede quindi dal mese di maggio 2021 a inviare le richieste di attestazione dell’esistenza in vita nei confronti di coloro che sono titolari di pensione residenti in Europa, Africa e Oceania, a esclusione dei Paesi Scandinavi e dei Paesi dell’est Europa. Le attestazioni devono essere restituite alla banca entro settembre 2021. Specifica INPS:

“Qualora l’attestazione non sia prodotta, il pagamento della rata di ottobre 2021 avverrà in contanti presso le Agenzie di Western Union e, in caso di mancata riscossione personale o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 ottobre 2021, il pagamento della pensione sarà sospeso a partire dalla successiva rata di novembre 2021.”

Citibank avvia i controlli per le pensioni con la spedizione della lettera esplicativa e del modulo standard di attestazione (Allegato n. 2 al messaggio) ai pensionati residenti nei Paesi di cui abbiamo detto.

Nelle lettere esplicative è indicata anche la data di restituzione del modulo di attestazione dell’esistenza in vita.

La lettera riporta le seguenti informazioni:

  • le istruzioni per la compilazione del modulo di esistenza in vita;
  • la richiesta di documentazione di supporto (fotocopia di un valido documento d’identità del pensionato con foto);
  • le indicazioni per contattare il Servizio Citibank di assistenza ai pensionati.

Pensioni e controlli INPS: chi è escluso

Per le pensioni e i controlli sull’esistenza in vita all’estero per il 2021 INPS specifica nel messaggio del 13 maggio anche chi è escluso.

Nel dettaglio INPS comunica che si è deciso di escludere dall’accertamento alcuni gruppi di pensionati come per esempio quelli che risiedono in Paesi in cui operano Istituzioni con le quali l’Istituto ha stipulato accordi di collaborazione per lo scambio telematico di informazioni sul decesso dei pensionati comuni.

Sono escluse dal controllo di INPS le pensioni di:

  • pensionati che sono oggetto di scambi mensili di informazioni con le Istituzioni previdenziali tedesche e svizzere. Non riguarda tutti i pensionati residenti in Germania e in Svizzera, ma solo quelli che sono titolari anche di prestazioni a carico delle suddette Istituzioni;
  • pensionati che sono oggetto di scambi mensili di informazioni con la CNAV francese;
  • pensionati che hanno riscosso personalmente agli sportelli Western Union almeno una rata di pensione in prossimità dell’avvio del processo di verifica;
  • pensionati i cui pagamenti sono stati già sospesi da Citibank a seguito del mancato completamento delle precedenti campagne di accertamento dell’esistenza in vita o di riaccrediti consecutivi di rate di pensione.

Per maggiori dettagli e istruzioni sui controlli di INPS con Citibank sulle pensioni di coloro che sono residenti all’estero rimandiamo al messaggio completo che alleghiamo di seguito.

Messaggio n. 1917 del 13-05-2021
Pagamento pensioni all’estero: accertamento dell’esistenza in vita per l’anno 2021

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it