Pensione anticipata, quando presentare domanda?

Lorenzo Rubini

9 Giugno 2021 - 12:18

condividi

Quanto tempo prima va presentata la domanda di pensione anticipata? Scopriamo le tempistiche sia per l’ordinaria che per la quota 100.

Pensione anticipata, quando presentare domanda?

Nel presentare domanda di pensione bisogna cogliere il giusto tempismo. Se si presenta troppo presto, infatti, si corre il rischio di vedersela respingere. Se si presenta troppo tardi il rischio potrebbe essere quello di non vedersi liquidare il dovuto alla decorrenza del trattamento e rimanere, per qualche mese, senza stipendio e senza pensione per qualche mese (fermo restando il diritto agli arretrati dal momento della decorrenza).

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno ho 42 anni di contributi, sono sotto naspi da Marzo compio 62 anni nel mese di ottobre. Volevo sapere se ho diritto alla pensione. Grazie e buona giornata”.

Domanda di pensione quando?

Lei, compiendo i 62 anni ad ottobre 2021, raggiunge nello stesso mese il diritto di pensionamento con la quota 100. Per poter accedere alla misura, però, è necessaria una finestra di attesa di 3 mesi dal raggiungimento dei requisiti di accesso.

La quota 100, infatti, richiede che il lavoratore abbia compiuto i 62 anni e raggiunto almeno i 38 anni di contributi entro il 31 dicembre 2021. In questo caso la domanda di pensione può essere presentata anche in qualsiasi momento successivo a quello di scadenza della quota 100 (fissata al 31 dicembre 2021) avendo cristallizzato il diritto alla pensione.

Di fatto, quindi, lei matura il diritto alla pensione a partire dal 1 febbraio 2022. Potrebbe, se lo desidera, presentare domanda di pensione con quota 100 già alla fine dell’anno in corso per poter avere la liquidazione del trattamento spettante il 1 febbraio 2022.

In alternativa potrebbe decidere anche di concludere tutta la Naspi spettante, con la quale accumula altri contributi figurativi, ed accedere alla pensione al termine del trattamento (quando ormai la finestra di attesa di 3 mesi è ormai ampiamente decorsa), ma non ne vedo la necessità visto che, quasi sicuramente, l’importo spettante da una pensione è superiore a quello che attualmente percepisce con la Naspi.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti a Money.it