Pensione anticipata: domanda all’INPS e dimissioni, i chiarimenti

Lorenzo Rubini

24 Marzo 2021 - 10:09

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quanto tempo prima si presenta domanda di pensione all’INPS e quando vanno date le dimissioni?

Pensione anticipata: domanda all'INPS e dimissioni, i chiarimenti

Quando ci si avvicina all’età pensionabile iniziano i dubbi e le perplessità sulla presentazione della domanda di pensione: quanto tempo prima va presentata? E le dimissioni devono essere presentate prima della domanda o si può continuare a lavorare?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, volevo sapere una informazione, lavoro in fabbrica, finisco 42anni e 10 mesi a maggio, e dovrei stare in pensione a settembre 2021, quanto tempo prima devo fare la domanda? E per fare la domanda devo dare prima le dimissioni? Però prima di darle vorrei una certezza da parte del INPS, come fare?
Grazie mille per la vostra disponibilità. Saluti”

Domanda di pensione anticipata e dimissioni

La domanda di pensione anticipata può essere presentata anche 3 mesi prima della decorrenza del trattamento. Nel suo caso, quindi, potrebbe presentare domanda di pensione anche a maggio, quando raggiunge i requisiti di accesso e deve, ancora, attendere la finestra di 3 mesi.

Per quanto riguarda il rapporto di lavoro è obbligatorio che quello subordinato cessi al momento della decorrenza del trattamento pensionistico. Quindi, sempre nel suo caso, è necessario che il rapporto di lavoro cessi entro il 31 agosto 2021, ovvero il giorno prima della decorrenza della pensione (1 settembre 2021).

Per quanto riguarda le dimissioni, quindi, non è necessario presentarla prima della presentazione della domanda di pensione: possono essere presentate anche in seguito.

E’ necessario, però rispettare il preavviso obbligatorio che si deve al proprio datore di lavoro in caso di dimissioni per non incorrere in sanzioni che potrebbero andare ad intaccare il TFR spettante. Proprio per questo motivo le consiglio di informarsi presso la sua azienda di che preavviso è obbligato a dare in caso di dimissioni e, poi, regolarsi di conseguenza per presentare le stesse che dovranno avere decorrenza dal 31 agosto 2021.

In questo modo avrà il tempo per capire se l’INPS rigetta la sua istanza oppure no, ma in ogni caso quando un patronato procede alla presentazione di una domanda di pensione è quasi certo che la stessa venga accettata in quanto visualizza i requisiti in possesso del lavoratore e quelli richiesti dalla misura cui si vuole accedere.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories