Partite in chiaro se riparte la Serie A

Alessandro Cipolla

29/04/2020

05/07/2021 - 17:51

condividi

Il ministro Vincenzo Spadafora continua a dirsi scettico sulla ripresa della Serie A, ma nel caso si dovesse tornare in campo il governo è pronto a chiedere la trasmissione in chiaro delle partite.

Il sentiero per una ripresa della Serie Asi fa sempre più stretto” stando a Vincenzo Spadafora, con il ministro 5 Stelle allo Sport che intervenendo durante la trasmissione omnibus ha fatto il punto della situazione.

Dopo la decisione del governo francese di stoppare la Ligue 1 a causa dell’emergenza coronavirus, per Spadafora la scelta potrebbe essere adottata anche in Italia se questa dovesse diventare “la linea comune in Europa”.

Non cerco di ripartire a rischio zero - ha specificato il ministro - perché nessuno di quelli che ripartono ora hanno rischio zero. Ho chiesto che il protocollo proposto sia attuabile. Siamo sicuri che sia possibile fare tutti i tamponi che ci hanno proposto? E’ un protocollo applicabile per la Serie A o anche per la Serie B e C che non hanno le risorse? Sarei un folle a demonizzare il calcio che finanzia gli altri sport, ma non si deve avere fretta”.

In questa situazione una ripartenza per il pallone in Italia sembrerebbe essere al momento molto difficile, ma Spadafora ha lasciato anche diverse porte aperte iniziando dal protocollo sanitario che deve essere rivisto diventando applicabile anche per le serie minori.

Spadafora propone le partite in chiaro

Tra il Ministero dello Sport e la Figc sarebbe in corso una sorta di trattativa. La Federazione suda freddo al solo pensiero del tracollo economico che ci sarebbe in caso di uno stop definitivo, ma il governo esige un protocollo condivisibile per ripartire.

Oltre al dossier sanitario, Vincenzo Spadafora però adesso avrebbe messo sul piatto anche un’altra richiesta per dare il via libera alla ripresa: la trasmissione in chiaro delle partite, tema già discusso all’inizio dell’emergenza coronavirus e poi accantonato.

Il Governo - ha spiegato l’esponente pentastellato - ha proposto che se si ripartirà le partite vengano trasmesse in chiaro: quando ci ho provato con Lega Serie A e Sky sappiamo tutti cosa è successo”.

Una richiesta questa che se possibile è ancora più complessa di quella del protocollo sanitario, visto che i diritti TV del calcio sono al centro del parallelo tavolo di trattativa tra i club e le emittenti Sky e Dazn.

Con le televisioni che hanno chiesto uno sconto alla Serie A anche in caso di ripartenza, trovando però un muro da parte dei club a riguardo, appare difficile pensare che venga presa in considerazione l’ipotesi delle partite trasmesse in chiaro, a meno che questa non diventasse la conditio sine qua non per un disco verde da parte del governo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.