L’Orbetello Piano Festival ospita la prima edizione di Orbe-tech. Il programma

Redazione

15 Luglio 2021 - 09:15

condividi

Torna l’Orbetello Piano Festival che quest’anno ospiterà la prima edizione dell’Orbe-tech, rassegna dedicata all’influenza di tecnologia e intelligenza artificiale sulla società.

L'Orbetello Piano Festival ospita la prima edizione di Orbe-tech. Il programma

A Orbetello torna l’Orbetello Piano Festival che in questo 2021 ospiterà la prima edizione dell’Orbe-tech, una rassegna interamente dedicata all’influenza di tecnologia e intelligenza artificiale sulla nostra società.
L’Orbetello Piano Festival, che nasce con l’idea di portare i concerti per pianoforte in luoghi inediti e particolari, in questa edizione ha deciso di proporre al suo pubblico l’Orbe-tech, una rassegna di filosofia ideata insieme a Filosofia in movimento (FIM).

La rassegna di filosofia andrà ad analizzare, attraverso vari interventi, l’influenza che la tecnologia e l’intelligenza artificiale stanno avendo sulla società. Gli eventi, tutti ad ingresso gratuito e di cui Money.it è media partner, avranno inizio il 17 luglio 2021 e si proseguirà fino al 7 agosto 2021, con tante voci e approfondimenti per questa prima edizione della rassegna.

Ad aprire l’Orte-tech, sabato 17 luglio alle 21.30, sarà l’appuntamento “La scuola tra nuove tecnologie e mondo del lavoro” in cui si confronteranno Antonio Coratti (Università “Roma Tre” – FIM), Alessia Martinelli (pedagogista) Luciano Monti (Condirettore scientifico Fondazione Visentini - LUISS) e Beatrice Piersanti (docente). Moderatore di questo primo intervento sarà Bruno Montanari (Università di Catania e Cattolica di Milano).

Nei giorni successivi seguiranno poi altri tre appuntamenti che avranno per protagonisti esperti del panorama culturale italiano e internazionale. Il 22 luglio 2021, in due sessioni con lo stesso tema, la prima alle 19:30 e la seconda alle 21:00 a Torre Salina, è previsto l’intervento dal titolo «Come intelligenza artificiale e tecnologia stanno rimodellando il lavoro e le comunità». Parleranno di come la pandemia abbia cambiato il modo di lavorare di milioni di persone: Enzo Bianco (Presidente Consiglio Nazionale ANCI), Teresa Numerico (Università di Roma TRE), Nicola Zamperini (giornalista), Jacopo Maria Pepe (politologo – Berlino ), Stefano Quintarelli (imprenditore), Bruno Montanari (Università Cattolica di Milano e Università di Catania). L’intervento sarà introdotto da Giada Pistilli (Sorbonne- Paris).

Giovedì 29 luglio alle ore 21:30 avrà invece luogo l’evento «Il Mediterraneo e la sfida tecnologica» in cui si approfondirà la rivoluzione dei social network all’interno dei rapporti umani tra persone di altre culture e Paesi. Prenderanno parte alla discussione: Paolo Flores D’Arcais (MicroMega), Lucio Caracciolo (Limes), Milena Durante (Università di Salerno -OCSM), Claudio Corbino (Presidente “I Diplomatici”) e introdurrà la discussione Antonio Cecere (Università di Roma “Tor-Vergata”- FIM).

La prima edizione dell’Orbe-Tech si concluderà il 7 agosto alle ore 21:30 con l’intervento dal titolo «Il politico al tempo del post-pensiero». Un momento in cui analizzare come si sia evoluto il messaggio politico e come sia passato a semplici spot che mirano alla pancia delle persone.
Per questo evento conclusivo interverranno Eric Sadin (saggista e filosofo), Bruno Montanari (Catania e Cattolica Milano, FIM), Salvatore Amato (Università di Catania), Giacomo Marramao (ROMA TRE) e Valentina Chiesi (Università Cattolica di Milano). Introdurrà l’evento Antonio Cecere (Università di Roma “Tor-Vergata” – FIM).

Vi ricordiamo che l’ingresso a tutti gli eventi sarà gratuito e possibile fino ad esaurimento posti.

Iscriviti a Money.it