Opzione donna 2021: chi può andarci e come funziona

Teresa Maddonni

2 Febbraio 2021 - 17:41

condividi

Opzione donna 2021: la Legge di Bilancio ha confermato la pensione anticipata per le lavoratrici anche per l’anno in corso. Vediamo quali sono i requisiti per accedervi e come funziona con le ultime indicazioni di INPS.

Opzione donna 2021: chi può andarci e come funziona

Opzione donna 2021: confermata per un altro anno dalla Legge di Bilancio la misura permette alle lavoratrici che ne abbiano i requisiti di andare in pensione anticipata.

Opzione donna anche per il 2021 è rivolta alle lavoratrici dipendenti e autonome che abbiamo rispettivamente 58 e 59 anni di età e 35 anni di contributi.

Nel 2021 possono accedere a Opzione donna le lavoratrici che abbiano maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2020. INPS, in un messaggio del 19 gennaio, il n. 217, ha comunicato quali sono le decorrenze per Opzione donna 2021. Vediamo nel dettaglio come funziona, requisiti e come fare domanda.

Opzione donna 2021: cos’è e come funziona

Opzione donna è un trattamento pensionistico che viene erogato, a domanda, alle lavoratrici dipendenti e autonome che maturano determinati requisiti entro la scadenza definita dalla legge e fissata in ultimo al 31 dicembre 2020 dalla Legge di Bilancio 2021.

Per Opzione donna 2021 la nuova Legge di Bilancio rivede la data entro la quale devono essere maturati i requisiti per accedervi che diventa il 31 dicembre 2020. Introduce poi, sempre con modifica, la data del 28 febbraio 2021 che è invece è quella entro la quale potranno fare domanda per Opzione donna 2021 coloro che fanno parte del personale del comparto scuola e AFAM.

Possono accedere a Opzione donna solamente quelle lavoratrici che optano per il sistema di calcolo contributivo della pensione, accettando quindi di subire una penalizzazione sull’assegno (variabile a seconda della posizione contributiva della lavoratrice).

Opzione donna: chi può andarci nel 2021

Possono accedere a Opzione donna nel 2021 le lavoratrici dipendenti e autonome che soddisfano i requisiti previsti entro il termine del 31 dicembre 2020.

Grazie a questa novità, entrano a far parte della platea delle potenziali beneficiarie di Opzione donna le lavoratrici nate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 1962, o tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 1961 nel caso delle lavoratrici autonome.

Ricordiamo, infatti, che i requisiti per l’accesso a Opzione donna sono:

  • 58 anni di età per la lavoratrice dipendente;
  • 59 anni di età per l’autonoma;
  • 35 anni di contributi (“ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurata”);
  • aver cessato il rapporto di lavoro nel caso delle dipendenti.

Opzione donna prevede due finestre mobili, vale a dire l’arco temporale tra la maturazione del diritto alla pensione e la decorrenza della stessa. E sono:

  • 12 mesi per le lavoratrici dipendenti;
  • 18 mesi per le autonome.

Opzione donna 2021: decorrenze

Per Opzione donna 2021, come abbiamo anticipato, in un recente messaggio INPS comunica quelle che sono le decorrenze. La decorrenza della pensione, il primo pagamento, varia a seconda della finestra mobile che è di 12 o 18 mesi.

La prima decorrenza per Opzione donna 2021, comunica INPS, dipende dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio che è il 1° gennaio 2021.

La decorrenza della pensione con Opzione donna 2021 quindi non può essere anteriore:

  • al 1° febbraio 2021, per le lavoratrici dipendenti e autonome la cui pensione è liquidata a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive della medesima;
  • al 2 gennaio 2021, per le lavoratrici dipendenti la cui pensione è liquidata a carico delle forme esclusive della predetta assicurazione generale obbligatoria;
  • al 1° settembre 2021 e 1° novembre 2021 per il comparto scuola e AFAM.

Domanda Opzione donna 2021

Le lavoratrici che vogliono accedere a Opzione donna nel 2021 possono fare domanda dal momento che il servizio telematico di INPS è stato aggiornato, come comunica l’Istituto.

Le lavoratrici che vogliono andare in pensione con Opzione donna nel 2021 possono fare richiesta attraverso i seguenti canali:

  • in autonomia accedendo al servizio dedicato INPS di cui sopra;
  • attraverso Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • tramite enti di patronato e intermediari dell’Istituto attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Iscriviti a Money.it