L’OCSE vede l’Italia a +5,9% nel 2021. Tutte le stime mondiali

Violetta Silvestri

21 Settembre 2021 - 14:51

condividi

L’OCSE ha aggiornato le stime di crescita mondiale per il 2021 e il 2022. In Italia si prevede un PIL a +5,9% nell’anno in corso, mentre il mondo torna a livelli pre-pandemia tra tante incertezze.

L'OCSE vede l'Italia a +5,9% nel 2021. Tutte le stime mondiali

L’OCSE aggiorna le stime di crescita mondiale e punta a un +5,9% del PIL in Italia nel 2021.

Nel suo Economic Outlook di settembre, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha rivisto le previsioni globali.

Il PIL del mondo è tornato a livelli pre-pandemia, ma permangono criticità tutte da affrontare.

Le previsioni per l’Italia e per la crescita globale in focus: chi avanzerà di più e quali sfide da vincere?

Nuove stime PIL dell’OCSE: quanto crescerà l’Italia?

L’OCSE ha pubblicato gli aggiornamenti sulle previsioni di crescita mondiale.

In generale, si stima che il PIL globale cresca del 5,7% nel 2021 e del 4,5% nel 2022. Un forte rimbalzo in Europa,
la probabilità di un ulteriore sostegno fiscale negli Stati Uniti il ​​prossimo anno e un calo nel risparmio delle famiglie
aumenterà le prospettive di crescita nelle economie avanzate, secondo il report.

A livello mondiale, il Prodotto Interno Lordo è tornato ai livelli pre-pandemia, anche se: “permangono divari di produzione e occupazione in molti Paesi, in particolare nei mercati emergenti e nelle economie in via di sviluppo, dove il tasso di vaccinazione è basso.”

Con questa premessa, il report ha quindi aggiornato come segue le previsioni sul PIL degli Stati mondiali:

  • Area Euro: +5,3% (2021); +4,6% (2022)
  • G20: +6,1% (2021); +4,8% (2022)
  • Cina: +8,5% (2021); +5,8% (2022)
  • Stati Uniti: +6,0% (2021); +3,9% (2022)
  • Germania: +2,9% (2021); +4,6% (2022)
  • Francia: +6,3%(2021); +4,0% (2022)
  • Italia: +5,9% (2021); +4,1% (2022)
  • Regno Unito: +6,7% (2021); +5,2% (2022)
  • India: +9,7% (2021); +7,9% (2022)
  • Turchia: +8,4% (2021); +3,1% (2022)
  • Russia: +2,7% (2021); +3,4% (2022)

Da evidenziare che per l’Italia l’OCSE ha previsto un aggiornamento positivo della stima di crescita per l’anno in corso, in aumento di 1,4 punti percentuali rispetto alla previsione di maggio. In leggero calo, invece, il recupero dell’anno prossimo.

Si è confermato, per il nostro Paese, il rilancio da rimbalzo per quest’anno, con circa un +6% di rialzo del PIL.

Ripresa mondiale forte, ma disomogenea

L’OCSE ha messo in guardia sull’andamento della ripresa mondiale, che sebbene a buon ritmo, prosegue co forti discrepanze.

Nel report di settembre è emerso che:

“L’impatto economico della variante Delta è stato finora relativamente mite nei Paesi con alti tassi di vaccinazione, ma ha abbassato lo slancio a breve termine altrove e ha aumentato le pressioni su catene di approvvigionamento e costi globali.”

Le incertezze, e quindi le sfide ancora da affrontare e vincere, sono essenzialmente legate alla diseguale diffusione dei vaccini nel mondo e alla nascita di nuove varianti.

Ripresa debole, aumento della disoccupazione e pressione sui prezzi minacciano ancora l’andamento globale e soprattutto i Paesi fragili e con alti debiti.

L’OCSE ha insistito su una campagna vaccinale più equa e sostegni agli investimenti da parte dei Governi.

Argomenti

# PIL
# Italia
# OCSE

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.