Navigator Campania: c’è l’accordo. Contratto e stipendio previsti

Navigator in Campania: raggiunto l’accordo tra la Regione e ANPAL. Cosa succede ora ai 471 vincitori del concorso? Contratto e lo stipendio dei navigator.

Navigator Campania: c'è l'accordo. Contratto e stipendio previsti

Buone notizie sul fronte navigator e reddito di cittadinanza in Campania: finalmente è stato raggiunto l’accordo tra ANPAL Servizi e la Regione, che firmano per sbloccare la situazione di stallo dei 471 navigator del territorio, in attesa da tre mesi tra proteste e scioperi della fame.

Il ritardo è stato causato dalle resistenze del governatore della regione,Vincenzo De Luca, che dopo 90 giorni dà il via libera e firma l’accordo, annunciato nella giornata di ieri da Nunzia Catalfo, Ministro del Lavoro.

Lo nodo navigator in Campania sembra quindi sciolto: i vincitori del concorso possano ora iniziare il proprio lavoro presso i centri per l’impiego della regione, dove accompagneranno i beneficiari del reddito di cittadinanza nella ricerca di un impiego.

Vediamo cosa accadrà ora ai 471 vincitori del concorso pubblico per navigator in Campania e tutte le informazioni utili su stipendio e contratto previsti.

L’accordo per navigator Campania: il problema

Lo stallo della contrattualizzazione dei navigator in Campania nasceva dal dissenso del governatore De Luca e dell’assessore al lavoro e alle risorse umane Sonia Palmeri, coalizzati contro la tipologia contrattuale proposta ai navigator. Entrambi avevano infatti fatto sapere, via social e tramite intervista, di essere contrari allo stato di precariato connaturato nell’accordo con ANPAL per l’assunzione dei 471 vincitori del concorso pubblico.

Il contratto previsto per i navigator è di collaborazione coordinata e continuativa, altresì detto “co.co.co.”. Questa tipologia di contratto è prevista per lavoratori parasubordinati, ossia per coloro che svolgono un lavoro intermedio tra quello autonomo e quello dipendente. Nonostante la pubblica amministrazione sia impossibilitata a stringere rapporti di lavoro tramite il co.co.co. dal 1° luglio 2019, il divieto era stato aggirato assumendo i navigator tramite ANPAL Servizi, che essendo una società in house dell’ente pubblico ANPAL, sottostà al diritto privato.

Questa tipologia contrattuale atipica è stata il motivo dello stallo durato 90 giorni, promosso dal governatore De Luca e dai suoi collaboratori, oggi risoltosi. Forse, a far cambiare idea a De Luca ha contribuito la possibilità di aprire un nuovo concorso per l’assunzione di 650 dipendenti ai Centri per l’Impiego, di cui ha dato notizia oggi contestualmente a quella della firma dell’accordo.

In sintesi anche i navigator campani saranno assunti tramite il contratto cococo, vediamo cosa prevede il contratto, lo stipendio e la disoccupazione.

Leggi anche: Cosa stanno facendo (veramente) i navigator

L’accordo per navigator Campania: contratto e stipendio

Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa prevede un’impostazione del lavoro autonoma, svincolata dagli obblighi tipici dei lavoratori dipendenti. Il lavoratore assunto tramite il co.co.co. non ha infatti con il proprio datore di lavoro un rapporto di subordinazione, bensì di collaborazione, e in quanto tale gode di autonomia operativa. Nel pratico questo significa che:

  • il collaboratore decide autonomamente tempi e modalità di lavoro;
  • il collaboratore non utilizza mezzi propri (es. email, computer) bensì quelli dati a disposizione dall’azienda,
  • l’unico limite all’autonomia operativa nell’esecuzione del lavoro sono le esigenze di organizzazione aziendale del committente (ad esempio: scadenze);
  • l’attività di collaborazione è continuativa nel tempo e non occasionale (nello specifico in scadenza il 30 aprile 2021);
  • la retribuzione sia corrisposta in forma periodica e prestabilita.

Su quest’ultimo punto si segnala che ai navigator spetta un compenso si 27.338,76 euro lordi annui, esclusi i rimborsi forfettari per le spese di viaggio, vitto e alloggio (leggi anche: Quanto guadagnano i navigator: stipendio netto e lordo dei nuovi impiegati Anpal). Inoltre i navigator hanno diritto alla riscossione dell’assegno di disoccupazione, se hanno almeno un mese (il termine è stato modificato nel 2015 da 3 mesi) di contribuzione nell’anno precedente alla chiusura del contratto co.co.co.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Centri per l’Impiego

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.