Il CEO di Tesla Elon Musk lo ha ammesso nel 2017 la sua azienda è stata sull’orlo della bancarotta proprio mentre la produzione della berlina Model 3 aumentava rapidamente. Fortunatamente le cose sono andate diversamente per Tesla e Model 3 è ora diventato il veicolo completamente elettrico più venduto al mondo con oltre mezzo milione di unità consegnate.

Elon Musk conferma che nel 2017 Tesla ha rischiato di fallire

Non solo adesso la produzione di Model 3 va a gonfie vele e la berlina viene prodotta anche a Shanghai, ma la situazione generale di Tesla è migliorata radicalmente con una nuova fabbrica in Cina e due in costruzione in USA e Germania. Anche il lancio del crossover Model Y è andato nel migliore dei modi e dunque la situazione generale del produttore californiano ormai volge sempre più al sereno.

Per fortuna però le cose sono andate diversamente per Tesla

Ma il periodo dal 2017 al 2019 non è stato tutto rosa e fiori, come Elon Musk ha ammesso pienamente. Rispondendo a una domanda su Twitter su quanto Tesla fosse vicina alla bancarotta totale, Musk ha dichiarato che in effetti la sua azienda è stata davvero vicina alla sua fine proprio quando la produzione di Model 3 iniziò ad aumentare dopo le difficoltà che per mesi avevano impedito a Tesla di consegnare le prime unità.

Oggi la società di Elon Musk vale 400 miliardi di dollari

Oggi, Tesla vale circa 400 miliardi dollari, guadagnandosi il prestigio di essere la casa automobilistica più preziosa del mondo. La casa americana è attualmente impegnata con il lancio della sua nuova funzionalità di guida autonoma completa che potrebbe rivoluzionare ancora una volta il settore. Ma anche se ciò non dovesse accadere, il futuro di Tesla non sarebbe in discussione come invece è avvenuto non molto tempo fa.