Ministero Affari Esteri: concorso pubblico per 35 Segretari di Legazione

Laura Botti

11 Febbraio 2016 - 12:14

condividi

Il Ministero degli Affari Esteri ha bandito un concorso per titoli ed esami finalizzato all’assunzione di 35 Segretari di Legazione. Ecco requisiti, domanda di ammissione e procedura di concorso.

Ministero Affari Esteri: concorso pubblico per 35 Segretari di Legazione

Ti piacerebbe lavorare per il Ministero degli Affari Esteri? Il MAECI ha bandito un concorso per titoli ed esami per l’assunzione di 35 individui per la posizione di Segretario di Legazione in prova. Qualche giorno fa è stato pubblicato anche il bando MAE per l’assegnazione di borse di studio da svolgersi a Malta.

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) gestisce i rapporti politici, economici e culturali dello Stato con l’estero attraverso un’ampia rete di uffici sparsi in tutto il mondo come Ambasciate, Istituti Italiani di Cultura e Uffici Consolari.

Se sei laureato in giurisprudenza, scienze politiche o simili e stai cercando un impiego qui troverai tutte le informazioni utili per partecipare al concorso del MAECI. Ecco i requisiti di ammissione, la procedura di concorso e la modalità di presentazione della domanda.

Concorso MAECI: requisiti di ammissione

Oltre a possedere la cittadinanza italiana (è esclusa ogni equiparazione) e un’età non superiore ai 35 anni per poter partecipare al concorso è necessario essere in possesso di una delle lauree magistrali afferenti alle seguenti classi:

  • finanza (classe n. 19/S);
  • giurisprudenza (classe n. 22/S);
  • relazioni internazionali (classe n. 60/S);
  • scienze dell’economia (classe n. 64/S);
  • scienze della politica (classe n. 70/S);
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (classe n. 71/S);
  • scienze economiche per l’ambiente e la cultura (classe n. 83/S);
  • scienze economico-aziendali (classe n. 84/S);
  • scienze per la cooperazione allo sviluppo (classe n. 88/S);
  • studi europei (classe n. 99/S);
  • laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza (classe n. LMG/01);
  • diploma di laurea in: giurisprudenza, scienze politiche, scienze internazionali e diplomatiche, economia e commercio.

Concorso MAECI: procedura di concorso

La procedura di concorso si articola in tre momenti:

  • prova attitudinale;
  • valutazione dei titoli;
  • prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingua.

La prova attitudinale consiste in un questionario composto da 60 quesiti a risposta multipla, della durata di 60 minuti, che servirà ad accertare la conoscenza del candidato delle materie oggetto di concorso e la sua capacità di logicità del ragionamento.

La Commissione esaminatrice assegnerà un punteggio ai titoli posseduti dal candidato dopo le prove d’esame scritte e prima dell’inizio della correzione dei relativi elaborati. Verranno assegnati fino a sei centesimi per i seguenti titoli:

  • titoli universitari anche stranieri post-laurea e di master universitari di primo e di secondo livello;
  • attività lavorativa a livello di funzionario svolta presso organizzazioni internazionali.

Le prove d’esame, scritte e orali, sono invece dirette ad accertare la cultura, le conoscenze accademiche e la preparazione linguistica dei candidati. Tra le materie oggetto di esame vi saranno storia delle relazioni internazionali, diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea, politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale e lingua inglese.

Concorso MAECI: domanda di ammissione

Il candidato può inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica, compilando il modulo on-line che trovate sul sito internet internet entro il 29 febbraio 2016.

Per avere maggiori informazioni vi consigliamo di consultare il sito ufficiale del Ministero degli Affari Esteri http://www.esteri.it/ sezione “Opportunità - Bandi di concorso”.

Iscriviti a Money.it