Mercato nero dei vaccini, l’allarme UE: “Rischio frodi e prodotti falsi”

Alessandro Cipolla

12 Febbraio 2021 - 16:06

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Commissione Europea starebbe monitorando con grande attenzione la questione del mercato nero dei vaccini anti-Covid, con il rischio di frodi e di prodotti falsi che sarebbe alto.

Mercato nero dei vaccini, l'allarme UE: “Rischio frodi e prodotti falsi”

Il mercato nero dei vaccini preoccupa l’Unione Europea tanto che si è attivato anche l’Olaf, l’Ufficio europeo antifrode. Il tutto è nato dalle dichiarazioni del primo ministro della Repubblica Ceca Andrej Babiš, che ha parlato di intermediari provenienti da Paesi del Golfo che offrirebbero dosi del siero targato AstraZeneca.

Non è un mistero infatti l’esistenza di un vero e proprio mercato parallelo, fuori dai circuiti ufficiali, del vaccino considerato come il nuovo oro nero. Non è un caso che nei mesi scorsi l’Interpol aveva parlato di un rischio furti da parte delle varie bandi criminali.

Siamo preoccupati e seguiamo con attenzione il fenomeno con l’Ufficio europeo antifrode - ha fatto sapere la Commissione Europea - attivo sul fronte dei vaccini potenzialmente fraudolenti”.

Stando a quanto riferito da Palazzo Berlaymont “sul mercato nero c’è il rischio di finire con prodotti falsi”, ricordando come “qualsiasi cosa sia fuori dal canale UE è da guardare con estrema cautela”.

Con l’emergenza Covid che non sta allentando la sua morsa, complice anche la diffusione delle varie varianti, sono tante le voci riguardante un mercato nero dei vaccini venduti, specie sul dark web, anche a cifre esorbitanti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories