Mercati oggi misti: sotto la lente ci sono Fed e Cina

Violetta Silvestri

07/01/2022

07/01/2022 - 08:35

condividi

I mercati scambiano con maggiore ottimismo rispetto ai due giorni precedenti. Le azioni in Asia recuperano, ma con oscillazioni in attesa dei nuovi dati USA sulle buste paga e delle mosse cinesi.

Mercati oggi misti: sotto la lente ci sono Fed e Cina

Mercati oggi: le azioni asiatiche si stanno riprendendo da due giorni di perdite, mentre gli investitori aspettano di vedere se i dati sull’occupazione negli Stati Uniti rafforzeranno la necessità di aumenti più rapidi dei tassi di interesse.

Le azioni salgono a Hong Kong e in Corea del Sud, ma scivolano in Giappone e oscillano in Cina.

Il benchmark statunitense S&P 500 ha in calo nella notte, innescato dai verbali Fed secondo i quali la banca centrale sarebbe pronta ad aumentare i tassi prima e più in alto di quanto previsto in precedenza.

I rendimenti dei titoli del Tesoro a dieci anni sono rimasti stabili intorno all’1,72%, destinati al loro più grande balzo settimanale dal 2020.

In questa cornice di eventi e aspettative, vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati oggi: in Asia si osserva la Cina

Alle ore 8.18 circa, il Nikkei perde lo 0,03% e gli indici Shenzhen e Shanghai sono sotto la parità rispettivamente con -0,6% e -0,18%. Hong Kong guadagna l’1,65%.

In focus c’è sempre la complessa questione della crisi debitoria del settore immobiliare cinese. Secondo indiscrezioni riportate da Milano Finanza su indicazioni del provider data Redd, Pechino potrebbe ammorbidire le rigide condizioni imposte alle società immobiliari sulla gestione dei prestiti.

Nello specifico, potrebbe essere escluso il debito proveniente dall’acquisizione di asset in difficoltà quando si valuta il rispetto delle cosiddette linee rosse da parte dei gruppi immobiliari.

Le linee rosse sono la strategia cinese per limitare i nuovi prestiti che le società immobiliari possono accumulare annualmente, mettendo dei paletti ai rapporti di indebitamento.

La mossa della Cina sarebbe un tentativo di stabilizzare l’economia.

Fed e dati USA sempre in evidenza

La settimana si chiude con i riflettori accesi ancora sulla Federal Reserve e sul calendario economico USA.

Una posizione apertamente da falco della Fed ha agitato i mercati finanziari all’inizio di un nuovo anno, con gli investitori che stanno valutando le attività in un contesto di aumento dei tassi di interesse. La rimozione dei sostegni dell’era della crisi segna un cambiamento che non si vedeva da almeno tre anni, in un periodo che ha visto anche un picco di volatilità.

Nicholas Colas, co-fondatore di DataTrek Research, ha esortato gli investitori a “procedere con molta attenzione” nei prossimi giorni:

“I mercati sono preoccupati per il fatto che non abbiamo mai visto la Federal Reserve alzare i tassi di interesse da zero e allo stesso tempo ridurre le dimensioni del suo bilancio. Non prevediamo un crollo, ma capiamo perché il mercato è caduto.”

I mercati aspettano i dati sugli stipendi non agricoli statunitensi in arrivo oggi 7 gennaio e quelli sull’inflazione in scadenza la prossima settimana, per vedere la tesi di aumenti più rapidi dei tassi negli Stati Uniti si rafforzerà o indebolirà.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.