I mercati aspettano il Natale tra incertezze in Asia e record a Wall Street

Violetta Silvestri

24 Dicembre 2021 - 08:22

condividi

I mercati oggi salutano le feste natalizie tra scambi ridotti per chiusure anticipate in alcune piazze finanziarie. Spicca il record di Wall Street, mentre in Asia persistono maggiori incognite.

I mercati aspettano il Natale tra incertezze in Asia e record a Wall Street

Mercati: le azioni asiatiche scambiano miste in questa giornata prefestiva e non riescono a sfruttare il vento in poppa dagli Stati Uniti, dove l’S&P 500 ha raggiunto il massimo storico.

L’ottimismo è piuttosto diffuso negli USA, dopo gli ultimi dati a segnalare che la crescita economica supererà l’epidemia di Omicron.

Le azioni scendono in Giappone e Cina, mentre le società di casinò avanzano a Hong Kong grazie ai risultati favorevoli delle udienze per il rinnovo della licenza di Macao.

I volumi di scambio sono comunque ridotti per chiusure e orari modificati in vista delle festività. Vediamo cosa succede nei mercati in questa vigilia di Natale.

Mercati: Asia mista, USA spinti dall’ottimismo

L’ansia degli investitori è aumentata con la diffusione del ceppo Omicron, ma si è moderata dopo che le autorità hanno affermato che potrebbe causare malattie meno gravi.

Il presidente Joe Biden ha chiesto più vaccinazioni e test, ma non ha annunciato piani per restrizioni di viaggio.

La nuova variante sembra “una interruzione a breve termine invece di un vento contrario distruttivo che fa deviare l’economia dal suo corso”, ha affermato Edward Moya di Oanda in un rapporto. “La ripresa economica degli Stati Uniti nel 2022 sembra ancora molto forte”.

A testimonianza di questo sentiment, gli ultimi dati statunitensi hanno mostrato che la fiducia dei consumatori è migliorata, le vendite di nuove case sono aumentate, gli ordini di beni durevoli hanno battuto le previsioni e le richieste di disoccupazione hanno segnalato un ulteriore avanzamento del mercato del lavoro.

Tuttavia, la spesa dei consumatori al netto dell’inflazione è rimasta stagnante, segnalando i rischi derivanti dal rapido aumento dei prezzi.

L’indice di riferimento di Wall Street S&P 500 è aumentato dello 0,6% nell’ultima sessione di negoziazione degli Stati Uniti prima di Natale, con un nuovo massimo storico. Positivi anche il Dow Jones Industrial Average, che ha guadagnato lo 0,6% a 35.950,56 e il Nasdaq , a +0,8%, con 15.653,37.

In Asia, invece, c’è maggiore incertezza. Alle ore 8.13 il Nikkei perde lo 0,05% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai scambiano in rosso rispettivamente a -1,03% e -0,67%.

I mercati di Hong Kong, Australia e Singapore hanno chiuso prima in vista delle festività, archiviando la seduta sopra la parità.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Borse
# Asia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO