Mazda CX-3: la prova

La prova della Mazda CX-3, il city crossover giapponese recentemente rinnovato. Abbiamo provato la diesel 1.8 Skyactive-D 2WD da 115 cavalli in allestimento Exceed.

Mazda CX-3: la prova

Mazda CX-3 è un modello che sta dando grandi soddisfazioni alla Casa giapponese, che a fine 2018 ha messo in vendita la versione aggiornata affinando il necessario per migliorarne ulteriormente l’esperienza di guida e l’efficienza.

La stessa filosofia progettuale seguita nel 2015, quando fu lanciata la prima generazione della CX-3: un’auto in grado di incarnare i valori Mazda e capace di stupire. E il “city crossover” - questa la definizione del Costruttore - piace davvero, grazie ad una linea originale e dinamica che è rimasta sostanzialmente immutata.

Dentro l’abitacolo si è lavorato per migliorare l’ergonomia e il comfort dei passeggeri. Meccanicamente si è puntato a migliorare l’efficienza, anche con decisioni controcorrente come quella di aumentare la cilindrata del motore turbodiesel, passata da 1,5 litri a 1,8. Una decisione premiante, visto che durante la prova la Mazda CX-3 ha consumato in media 18,2 km/l.

Mazda CX-3: gli esterni

La filosofia stilistica vuole che una Mazda non passa inosservata, e la CX-3 non fa certo eccezione: muso aggressivo, cofano anteriore slanciato e un corpo vettura dalle proporzioni azzeccate. Per la seconda generazione del suo “city crossover”, Mazda non ne ha stravolto l’aspetto esteriore, lavorando sui dettagli seguendo sempre i dettami della filosofia stilistica Mazda KODO - Soul of Motion, che punta ad eliminare il superfluo focalizzandosi sul design tradizionale giapponese.

La calandra anteriore è stata ridisegnata per rendere il frontale ancora più filante. Ritoccata anche la coda, con le luci posteriori ora dotate di tecnologia LED. Il colore Soul Crystal Red che equipaggiava la nostra CX-3 è l’evoluzione del conosciuto Crystal Red di Mazda, apprezzatissimo e migliorato con una brillantezza e una profondità di rosso più accentuate.

Lunga 4,28 metri, larga 1,77 e alta 1,53 rientra nel segmento dei SUV e crossover compatti. L’esemplare che abbiamo provato calzava pneumatici Toyo Proxe R52 della misura 215/50 su cerchi in lega da 18 pollici.

Mazda CX-3: gli interni

Nell’abitacolo della Mazda CX-3 ritroviamo la stessa strategia di affinamento utilizzata all’esterno: plancia dalle linee più pulite, nuova consolle centrale che ora ospita il freno di stazionamento elettrico, nuovo bracciolo anteriore e uno posteriore integrato con un portalattine.

Il bagagliaio non è enorme, ma con una capacità standard di 350 litri - ampliabile fino a 1.260 litri con i sedili posteriori reclinati e caricando bagagli fino al tetto - è in linea con le concorrenti del segmento. Da segnalare lo specchietto retrovisore fotocromatico di serie su tutta la gamma e l’infotainment Mzd Connection, ora compatibile con Apple CarPlay e Android Auto disponibili come accessori.

Per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, a bordo troviamo il sistema di frenata in città (Advanced Smart City Brake Support - SCBS), mentre il regolatore di velocità radar (Mazda Radar Cruise Control - MRCC) combina un radar a onde millimetriche con una telecamera anteriore di rilevamento.

Mazda CX-3: la prova su strada

Abbiamo provato la CX-3 equipaggiata con il motore turbodiesel 1.8 Skyactive-D da 115 cavalli e 270 Nm di coppia a 1.600 giri. Un propulsore che gira “pieno” già dai bassi regimi, merito della coppia disponibile. Abbinato al cambio manuale a 6 rapporti ha affrontato in scioltezza sia il traffico urbano che i trasferimenti extraurbani, facendosi trovare sempre pronto anche nell’eventualità di qualche veloce sorpasso.

La prova ha confermato le ottime qualità dinamiche della Mazda CX-3, esaltate dai nuovi ammortizzatori anteriori maggiorati, dalla nuova taratura della barra stabilizzatrice posteriore e dall’affinamento del sistema G-Vectoring Control, che sfrutta il motore e la coppia per migliorare il comportamento del telaio.

Anche nelle curve più marcate e nell’handling, il “city crossover” giapponese mantiene una tenuta di strada impeccabile, confermandosi un’auto piacevolissima da guidar ed estremamente sicura.

Mazda CX-3: il prezzo della versione provata

La versione da noi provata è la Mazda CX-3 2018 1.8L 115 CV Skyactiv-D 2WD 6MT Exceed, dotata dei seguenti accessori: i-Activesense Pack, Leather Pack White e vernice Soul Crystal Red, per un prezzo di listino di 29.520,00 euro chiavi in mano.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Mazda

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.