Mazda2 Hybrid: una full hybrid dai consumi contenuti

Marco Lasala

23/11/2022

25/11/2022 - 10:47

condividi

Nasce grazie dalla collaborazione tra Mazda e Toyota Motor Corporation: la nuova Mazda2 Hybrid è una Full Hybrid con un’efficienza da primato.

Mazda2 Hybrid è la prima Full Hybrid a ricarica automatica di Mazda. Nasce grazie alla collaborazione con Toyota Motor Corporation, un accordo siglato nel 2015 che ha consentito nel tempo, di realizzare diversi progetti a lungo termine di reciproco vantaggio.

Un accordo che inizialmente comprendeva la creazione di una joint venture il cui compito era quello di produrre veicoli per gli Stati Uniti, una realtà che nel 2018 ha prodotto circa 300.000 veicoli e che a gennaio 2022 ha avviato la produzione della CX-50, la nuova Mazda2 Hybrid è un modello strategico nella strategia multi-soluzione di Mazda.

Obiettivo e piena sostenibilità, è il raggiungimento della neutralità del carbonio in tutti i settori, dalla produzione alla tecnologia fino alla vendita, entro il 2050. Nel segmento B l’attenzione verso le nuove alimentazioni è considerevole, per accedere rapidamente alle prime posizioni, alla leadership, il brand automobilistico nipponico ha sfruttato la sua alleanza con Toyota per dar vita a un modello dalla tecnologia all’avanguardia e dalle basse emissioni di CO2.

Mazda Mazda Mazda2 Hybrid

Mazda2 Hybrid è una compatta da segmento B efficiente e ibrida

Ha una lunghezza di 3.940 mm, una larghezza di 1.745 mm e un’altezza di 1.500 mm, la Mazda2 Hybrid è tra le più compatte del segmento B, nonostante le sue dimensioni ridotte, ha un raggio di sterzata di 4,9 metri, al vertice della categoria.

Riprende il design della cugina Toyota, gruppi ottici anteriori con tecnologia a LED, parafanghi sporgenti e luci diurne che fungono anche da indicatori di direzione. Il paraurti anteriore ospita un piccolo spoiler inferiore, i possenti passaruota si integrano alla perfezione con il design delle portiere, i cerchi da 15 e 16 pollici contribuiscono a dare dinamicità a un corpo macchina compatto ma espressivo.

Al retro è presente in prossimità della zona alta del lunotto, uno spoiler, i gruppi ottici sono a Led, la zona centrale è dotata di una finitura scura che rafforza l’aspetto massiccio della vettura.

Grazie a un passo di 2.560 mm, la capacità di carico è notevole se rapportata alle dimensioni del veicolo, ben 286 litri.

Gli interni si fanno apprezzare per la notevole pulizia stilistica, il quadro strumenti è dotato di un doppio quadrante digitale, al centro campeggia l’ampio display touch da 8 pollici. A richiesta è disponibile anche il pratico head-up display a colori da 10 pollici, in grado di proiettare le informazioni essenziali per il guidatore sul parabrezza, al fine di evitare ogni possibile distrazione.

Mazda Mazda Mazda2 Hybrid

Mazda2 Hybrid è disponibile sul mercato Europeo in tre allestimenti.

Tre configurazioni, in grado di rispondere alle più svariate esigenze, ciascun allestimento è integrabile con pacchetti aggiuntivi:

  • Mazda2 Hybrid Pure: ha di serie tutto ciò che serve, dal climatizzatore automatico all’impianto audio con radio DAB e supporto Apple CarPlay e Android Auto. Nella dotazione standard fanno parte anche gli alzacristalli elettrici, regolatore di velocità adattivo, gruppi ottici posteriori a LED e sistema di riconoscimento della segnaletica stradale, frenata automatica di emergenza e assistenza allo sterzo;
  • Mazda2 Agile: alla dotazione della Pure aggiunge la Smart Key, i cerchi in lega leggera da 15 pollici, l’impianto audio a sei altoparlanti, videocamera posteriore e display centrale da 8 pollici;
  • Mazda2 Hybrid Select: all’equipaggiamento della Agile aggiunge l’head-up display, ricarica wireless smartphone, gruppi ottici anteriori e posteriori a LED, fendinebbia a LED e sedili sportivi con rivestimento parzialmente in pelle.

Tecnologia Full Hybrid per la Mazda2 Hybrid

Mazda Mazda Mazda2 Hybrid

Un sistema full hybrid con motore da 1.5 litri, unità elettrica, generatore e batteria agli ioni di litio da 177,6 Volto, la tradizionale trasmissione automatica CVT è stata sostituita da un ripartitore di potenza con ingranaggio epicicloidale che distribuisce la potenza proveniente dal motore endotermico, da quello elettrico e generatore, in base alle necessità di funzionamento.

Sotto al sedile passeggero posteriore è alloggiata la batteria agli ioni di litio a elevata densità. Previsto un efficiente sistema di recupero dell’energia in frenata, in grado di ricaricare rapidamente la batteria anche in decelerazione, recuperando l’energia dispersa.

Il tre cilindri in linea benzina a ciclo Atkinson ha una potenza di 92 CV per una coppia di 120 Nm a 3.600 giri al minuto, l’unità elettrica sprigiona 59 kW per una coppia istantanea di 141 Nm a 17.000 giri al minuto, la potenza complessiva è di 116 CV.

Mazda dichiara per la sua compatta vettura ibrida, una velocità massima di 175 km/h, uno 0 - 100 km/h in 9,7 secondi e un consumo nel ciclo combinato di 3,8 litri per 100 km a fronte di emissioni di CO2 pari a 87 g/km.

Mazda2 Hybrid - Prova su strada

Baricentro basso, scocca ad alta rigidità in grado di assicurare un’elevata sicurezza, il telaio trasmette al volante reazioni rapide e precise, al volante della nuova Mazda2 Hybrid il comfort di marcia è elevato, complice anche una silenziosità di marcia in linea con le aspettative.

La piattaforma su cui nasce la Mazda2 Hybrid offre una rigidità torsionale elevata, l’esteso utilizzo di saldature a punti e adesivi leganti, ha permesso di limitare il peso ma anche di rinforzare ulteriormente la base, se ciò non bastasse sono state utilizzate delle traverse longitudinali della vettura per rinforzare la zona di attacco del paraurti, oltre alla realizzazione di una struttura ad anello per il sostegno della plancia, tunnel centrale e struttura posteriore.

Mazda Mazda Mazda2 Hybrid

Sono plus questi che incidono in maniera determinante al raggiungimento di un comfort di marcia elevato, anche alle velocità più sostenute, la silenziosità interna è notevole, se non fosse per le dimensioni compatte del corpo macchina, la sensazione è quella di essere al volante di una vettura di fascia medio alta.

Il baricentro basso ha consentito di ridurre il rollio, migliorando così anche la stabilità del veicolo in fase di percorrenza in curva a velocità sostenuta, la notevole rigidità del telaio ha apportato benefici anche al beccheggio, anche nelle frenate più sostenute, minimo è il movimento del corpo macchina.

La Mazda2 Hybrid utilizza uno schema sospensioni classico ma estremamente efficace, MacPherson all’anteriore e barra di torsione al posteriore.

Il motore spinge bene sin dai bassi regimi, l’entrata in funzione dell’unità elettrica è inavvertibile, con una guida attenta non è difficile superare i 20 km/l anche in città.

L’efficienza sposa lo stile e la tecnologia, questo è il mix perfetto da cui prende vita un modello destinato a conquistare rapidamente i consensi degli automobilisti italiani.

Mazda2 Hybrid è in vendita a un prezzo di listino che parte da 21.850 euro (allestimento Pure).

Argomenti

# Mazda

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it