Mazda CX-60: il SUV ibrido plug-in dalla personalità premium

Marco Lasala

08/09/2022

07/12/2022 - 17:10

condividi

Rappresenta il primo SUV ibrido plug-in del marchio di Hiroshima: la nuova Mazda CX-60 ha una dotazione premuim.

Mazda CX-60 è un SUV ibrido plug-in di segmento premium. Rappresenta la mia massima espressione tecnologica del marchio di Hiroshima, abbina prestazione interessanti a un comportamento stradale tipicamente Mazda, uno Sport Utility Vehicle che ha personalità ma anche eleganza e una ricca dotazione.

Martijn Ten Brink, CEL Mazda Europe: “Siamo fieri di poter presentare la Mazda CX-60 a Leverkusen. Gli ultimi due anni e mezzo sono stati molto difficili, per via del Covid ci siamo dovuto fermare, tirando il freno a mano quando c’erano delle navi provenienti dal Giappone e che trasportavano macchine, una situazione non facile, che oggi cerchiamo di gestire al meglio, sicuramente la crisi energetica e la guerra stanno penalizzando il mercato. Nel 2021 abbiamo venduto 150.000 macchine, quest’anno in Europa siamo circa a 190.000 esemplari, abbiamo tanti ordini, la nostra disponibilità sta aumentando.
Dobbiamo arrivare alle 200.000 unità, con l’arrivo della CX-60 e della futura MX-30 R-EV, possiamo raggiungere questo obiettivo.
Abbiamo fiducia che possiamo terminare quest’anno con 1.3 milioni di auto vendute, per una crescita dell’8%.
Quest’anno non abbiamo solo la CX-60 ma anche la Mazda2 Hybrid, due modelli che superano le nostre aspettative.
La CX-5 è la regina della nostra gamma, anche a fine anno ci sarà un nuovo model year. La MX-30 è stata venduta in circa 30.000 pezzi, recentemente è stata dotata del caricabatterie trifase, il prossimo anno arriverà un range extender con motore rotativo (Wankel).
Noi di Mazda non siamo tra i più grandi produttori di auto del mondo, per noi è molto difficile la situazione attuale, se guardo il mercato norvegese e lo confronto con quello spagnolo, ci sono delle grandi differenze normative e d’infrastrutture, il nostro obiettivo entro il 2050 è raggiungere il carbon neutral, time line che coinvolgerà tutti i fornitori e siti produttivi.
In Europa questo limite sarà raggiunto probabilmente entro il 2030, tanti sono i fattori che decidono per noi e con noi in questa trasformazione elettrica. Abbiamo un motore diesel tra i più puliti al mondo, vogliamo introdurre in ogni paese il motore giusto.
Dal 2025 in poi, introdurremo una piattaforma specifica per le auto elettriche, la “Skyactiv EV Scalable Architecture”, base che darà il via al lancio di una serie di modelli del tutto nuovi a partire dal 2030.
Abbiamo già venduto oltre 14.000 esemplari di CX-60 PHEV, un risultato fantastico mai raggiunto prima, solo la RX-8 in passato ha raggiunto un risultato non simile ma altrettanto eclatante, circa 7.000 unità
”.

Mazda Mazda CX-60

Kristy Van Iwaarden - PR Mazda Europa, durante la conferenza stampa spiega quali sono stati i principi ispiratori che hanno portato i tecnici Mazda a dar vita a un SUV unico nel suo genere, per stile, qualità dei materiali e piacere di guida.

Mazda CX-60 è prodotta in Giappone

Un’auto che regala una fantastica esperienza di guida. Creata con la nostra solita cura e passione, il suo stile è inconfondibile. Gli interni rappresentano il giusto mix tra tecnologia e comfort, massima è l’ergonomia che consente al guidatore di avere il pieno controllo della vettura. Le finiture sono tutte realizzate con materiali sostenibili.

La nuova CX-60 monta il motore in posizione longitudinale, al lancio è disponibile la sola motorizzazione quattro cilindri con alimentazione plug-in hybrid. Lo schema prevede il motore anteriore, unità elettrica e albero di trasmissione. L’autonomia massima raggiungibile in modalità elettrica è di 63 km nel ciclo WLTP per una potenza di 327 cavalli, si tratta della Mazda stradale più potente mai prodotta.

La distribuzione dei pesi consente, unitamente alla trazione integrale, una perfetta trazione e aderenza, quando si entra in curva le sospensioni analogiche consentono un perfetto bilanciamento della vettura. L’iniezione ad alta pressione e la doppia camera di combustione aumentano l’efficienza del propulsore.

Altra novità assoluta è la presenza di una tecnologia denominata “Driver Personality System” che consente al guidatore di trovare la perfetta posizione di guida in modo automatico, agendo semplicemente su di un comando, una telecamera anteriore scannerizza la fisionomia del pilota.

Mazda Mazda CX-60

Roberto Pietrantonio Amministratore Delegato Mazda Italia: “Abbiamo intitolato questa presentazione “L’arte della guida”, un claim che rende perfettamente la vision di Mazda, i nostri designer cercano di realizzare nelle vetture delle opere d’arte, gli ingegneri hanno la magnifica ossessione di Mazda, di offrire un’esperienza di guida gioiosa che arricchisca chi la guida. Abbiamo raggiunto un risultato straordinario nel lancio della CX-60, ad agosto 2022 sono 750 i contratti stipulati, Mazda è entrata in un segmento nuovo, se confrontiamo questi numeri con quelli sviluppati dai competitor, la CX-60 è tra le best seller nel segmento. Il 40% dei clienti della nuova CX-60 hanno già una Mazda, il 30% sono possessori di un’auto premium, il 60% dei 750 contratti stipulati riguardano un noleggio, privato o professionale.
Riteniamo di aver attratto commenti e clienti perché la CX-60 rappresenta un valore elevatissimo, dal design raffinato e affascinante a una cura per il dettaglio figlia di una meticolosità tutta giapponese, per un posizionamento prezzi inevitabilmente Mazda.
Mazda percorre strade diverse, nel 2022, in un contesto di trasformazione e transizione, abbiamo deciso di progettare un Diesel che sicuramente farà molto rumore sul mercato, la CX-60 Diesel sarà lanciata a gennaio 2023. Mazda è un player globale piccolino, con una mix molto equilibrata nelle varie aree globali, serviamo una platea molto eterogenea di clienti, Nel breve periodo in Italia le motorizzazioni Diesel coprono il 73% del segmento, oggi i clienti italiani che comprano un diesel sono 5/6 volte di più rispetto a quelli che comprano le ibride.
Il nostro nuovo motore diesel farà rumore perché ha una tecnologia premium, in Italia sarà proposto in due livelli di potenza, da 200 a 249 cavalli, con livelli di emissioni che non ha eguali. La CX-60 è tra le vetture della sua categoria che pesa di meno, mentre per quanto concerne il posizionato dei prezzi siamo molto competitivi anche con le 4 cilindri.
La nuova Mazda CX-60 sarà lanciata nella seconda metà di settembre, l’offerta Premiere Choice è valida fino al 30 settembre
”.

Mazda Mazda CX-60

Claudio Di Benedetto Responsabile Marketing Mazda Italia: “Abbiamo avuto l’occasione di provare a lungo la nuova CX-60, voglio svelarvi una serie di “trucchi”, inizio dal touchscreen, tramite la manopola centrale con due semplici click selezioniamo le varie funzioni, sul CX-60 abbiamo uno schermo touch che funziona solo quando si è a vettura ferma, in realtà nelle impostazioni è possibile selezionare il flag che consente di mantenerlo attivo sempre anche quando è attivo l’Apple CarPlay e Android Auto.
Altra novità il Lane Warning System non è più presente con un semplice tasto, ma nelle impostazioni, stessa soluzione è valida per l’attivazione della possibilità di selezionare la modalità manuale del cambio automatico.
Quando si disattiva il controllo della trazione, il cambio automatico passa in modalità analogica. Sulla CX-60 abbiamo cinque modalità di guida, in Normal si privilegia l’economia e dolcezza d’uso, quella Elettrica consente di sfruttare i 175 cavalli dell’unità elettrica, la Sport punta sulle massime prestazioni, il motore elettrico e termico lavorano in questo caso sempre in parallelo, tutto è condito da un suono appositamente studiato, con il sound dell’aspirato che viene enfatizzato dalle frequenze dell’elettrico, l’Off-Road privilegia la massima motricità, la quinta modalità è il Towning che si attiva solo quando è montato il gancio traino
”.

Mazda Mazda CX-60

Mazda CX-60 - Prova su strada

Un SUV ibrido plug-in che ha personalità, un progetto innovativo che su strada si traduce in un comportamento sicuro e divertente, con un comando dello sterzo diretto e un frontale che segue perfettamente la traiettoria impostata.

Mazda CX-60 sorprende per il suo essere polivalente, un SUV ibrido che abbina performance di tutto rispetto a un comfort che non ha nulla da invidiare a modelli premium di segmento alto.

Il motore è un concentrato di potenza e coppia, la poderosa coppia motrice si fa sentire in accelerazione e ripresa, il cambio automatico è veloce nella risposta e passaggi, per selezionare la modalità manuale bisogna entrare nelle impostazioni del menù. Ottima la risposta dell’impianto frenante, per modulabilità e potenza, anche dopo ripetute frenate il pedale non ha variato la sua corsa, segno di un progetto ben studiato che oltretutto si rivela adeguato al peso (circa 2 tonnellate).

La versione provata era dotata dell’allestimento Homura, configurazione top di gamma che presenta finiture che contribuiscono a rendere l’ambiente interno ancora più regale ed esclusivo.

Il marchio di Hiroshima per la prima volta si cimenta in una fascia di mercato totalmente nuova, quello dei SUV Premium con alimentazione ibrida plug-in, e lo fa portando tutto il suo bagaglio tecnologico e innovazione.

La nuova Mazda CX-60 convince sotto ogni aspetto, sicuramente con l’arrivo della motorizzazione Diesel, new entry prevista per gli inizi del prossimo anno, il SUV giapponese avrà ulteriori carte in regola per competere ad armi pari contro una concorrenza particolarmente agguerrita.

Argomenti

# SUV
# Mazda

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it