Materie prime: Glencore annuncia tagli a debito netto e investimenti per il 2016

Il colosso delle materie prime Glencore ha annunciato che ridurrà ulteriormente il debito netto nel 2016. Annunciati tagli agli investimenti che passano da $5 mld a 3,8$ mld.

Glencore Plc, leader mondiale nella produzione e commercio di materie prime, ha annunciato che cercherà di tagliare il debito netto a $18 miliardi entro la fine del 2016 accelerando, quindi, il programma in atto per ridurre le passività a seguito dell’ulteriore ribasso delle materie prime.

Glencore: nel 2016 debito a $18 mld. Investimenti scendono da $5 mld a $3,8 mld

Glencore, società svizzera leader mondiale nella produzione e scambio di materie prime, taglierà il debito netto più di quanto previsto entro la fine del 2016.

La compagnia che inizialmente aveva previsto un taglio di $20 miliardi, cercherà di raggiungere il target di debito compreso tra i $18 e i $19 miliardi per far fronte al continuo declino dei prezzi delle materie prime.

Il debito netto di Glencore alla fine di Giugno ammontava a $30 miliardi e la società è stata messa sotto pressione dalle agenzie di rating e dagli investitori per ridurre tale debito, il più alto del settore.

I prodotti chiave di Glencore sono il Rame e il Carbone che quest’anno hanno toccato più volte i minimi di anni fa.

La società ha annunciato anche tagli agli investimenti per il prossimo anno, passando dai $5 miliardi previsti agli attuali $3,8 miliardi. Per il 2015, invece, il taglio al Capex è minore visto il passaggio dai $6 miliardi previsti in precedenza ai $5,7 miliardi stimati attualmente.

Il CEO di Glencore, Ivan Glasenber, ha commentato la notizia spiegano che la società è preparata per continuare a essere redditiva nonostante il possibile ulteriore calo dei prezzi delle materie prime.

Materie prime: settore in gravi difficoltà con crisi dei prezzi

Il settore delle materie prime si sta scontrando con il forte ribasso dei prezzi delle stesse.

Questa settimana, Anglo American Plc ha rivisto a ribasso le stime dell’attività mentre Freeport-McMoRan ha esteso i tagli a produzione e investimenti per cercare di uscire dalla peggiore crisi delle materie prima degli ultimi 7 anni.

A seguito dell’annuncio, il titolo di Glencore sta segnando un rialzo del +6,04% sulla Borsa di Londra.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \