MTA, MIV, MOT, ETFplus: strumenti ammessi e modalità di negoziazione

MTA, MIV, MOT, ETFplus: ecco quali sono gli strumenti ammessi alla quotazione e quali sono le modalità di negoziazione

MTA, MIV, MOT, ETFplus: strumenti ammessi e modalità di negoziazione

In merito agli strumenti ammessi alla quotazione in Borsa e quindi negoziabili, si negoziano per qualunque quantitativo o per quantitativi minimi e loro multipli:

  • nell’MTA: azioni, zioni di SIIQ, obbligazioni convertibili, diritti di opzione e warrant;
  • nel MIV: azioni o quote di FIA, SIV e SIIQ. Si negoziano anche combinazioni degli stessi strumenti finanziari emessi da SIV;
  • nel MOT: obbligazioni diverse da quelle convertibili, titoli di Stato, euro-obbligazioni, obbligazioni strutturate, obbligazioni bancarie garantite, ABS e altri titoli di debito nonché strumenti del mercato monetario;
  • nell’ETFplus: ETF, quote o azioni di OICR aperti e diversi dagli ETF, ETC ed ETN.

Borsa Italiana si riserva di stabilire i quantitativi minimi negoziabili per singoli mercati o strumenti finanziari. Inoltre, immediatamente dopo la conclusione dei contratti, provvede a X-TRM i dati relativi ai contratti stessi ai fini della loro liquidazione. I genere i contratti di compravendita sono liquidati il terzo giorno di borsa aperta successivo alla loro stipulazione.

Modalità di negoziazione dei mercati MTA,MIV, MOT ed ETFplus

Le negoziazioni si possono svolgere secondo le modalità di asta e di negoziazione continua, attraverso le seguenti fasi:

  • asta di apertura, articolata in due fasi: pre-asta, dove si determina il prezzo teorico d’asta di apertura, e apertura, dove si assiste alla conclusione dei contratti;
  • negoziazione continua;
  • asta di chiusura, articolata in due fasi: pre-asta, dove si determina il prezzo teorico d’asta di chiusura, e chiusura, dove si ha la conclusione dei contratti.

La volontà negoziale degli operatori si esprime attraverso proposte di negoziazione in forma anonima, mentre quella degli operatori specialisti attraverso proposte di negoziazione in forma non anonima.

Nelle fasi di pre-asta e di negoziazione continua possono essere immesse le seguenti tipologie di proposte di negoziazione:

  • con limite di prezzo: proposte di negoziazione che possono essere eseguite ad un prezzo uguale o migliorativo rispetto al proprio prezzo limite;
  • senza limite di prezzo: proposte di negoziazione che possono essere eseguibili a qualsiasi prezzo;
  • stop limit order: proposte di negoziazione con limite di prezzo che sono attivate nella fase di negoziazione continua al raggiungimento di un determinato livello del prezzo dell’ultimo contratto concluso;
  • stop order: proposte di negoziazione senza limite di prezzo che sono attivate nella fase di negoziazione continua al raggiungimento di un determinato livello del prezzo dell’ultimo contratto concluso;

Le ultime due tipologie non possono essere immesse nei mercati MOT ed ETFplus.

Nella fase di negoziazione continua possono anche essere immesse le tipologie di proposte:

  • iceberg order: proposte di negoziazione con limite di prezzo e visualizzazione parziale della quantità;
  • unprice limit order: proposte di negoziazione che all’inserimento assumono un limite di prezzo di un tick migliore rispetto al prezzo delle migliore proposta presente sul corrispondente lato del book;
  • request for quote: proposte di negoziazione che consentono la richiesta di esposizione di quotazioni impegnative.

Le proposte stop order e stop limit order assumono priorità temporale coincidente con l’orario di attivazione delle stesse. Qualora più proposte siano attivate al raggiungimento del medesimo stop price, esse sono esposte nel mercato con priorità temporale che rispetta l’ordine di immissione.

Il prezzo teorico d’asta è pari al prezzo dinamico qualora siano presenti in acquisto e in vendita esclusivamente proposte senza limite di prezzo. L’ultimo prezzo teorico di asta è considerato valido e viene assunto come prezzo d’asta per la conclusione dei contratto se il suo scostamento dal prezzo statico non supera la percentuale di variazione massima stabilita da Borsa Italiana.

La conclusione dei contratti infine avviene mediante abbinamento automatico delle proposte in acquisto, secondo le priorità di prezzo e tempo delle singole proposte e fino ad esaurimento delle quantità disponibili.

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.